Guerriglia urbana tra 30 spacciatori nordafricani e centri sociali

centri-socRoma, 19 genn – Scene di guerriglia urbana e tensione alle stelle a San Lorenzo: nella notte tra venerdì e ieri trenta nordafricani, tra cui diversi spacciatori, hanno assaltato il centro sociale occupato di via dei Volsci.
Un’aggressione con tanto di sassaiola e coltelli, in una zona ad altissima concentrazione di droga. Immediata ritorsione nella tarda serata di ieri, quando quattro persone con i cappucci hanno preso a bastonate un gruppo di extracomunitari che gironzolavano per strada in modo sospetto: due sono finiti in ospedale per farsi medicare.

Il giro degli stupefacenti alla base di tutto: i trafficanti, decisi a spadroneggiare, sarebbero andati a vendere giorni fa davanti al centro sociale e dopo l’invito a stare alla larga avrebbero organizzato il raid da cui poi è originata la rappresaglia.

Gli autori del pestaggio di ieri sera, secondo la polizia, sarebbero «elementi dei centro sociali». La miccia l’altro ieri sera. È da poco passata la mezzanotte di venerdì quando davanti al civico 32 di via dei Volsci, storica sede di Autonomia Operaia, oggi occupata dai centri sociali, un gruppo di nordafricani, «presumibilmente magrebini» a sentire gli aggrediti, si avvicina al palazzo e inizia a lanciare di tutto: bottiglie, pietre, vetri.

«Avevano anche coltelli da cucina e spranghe» raccontano gli attivisti, rimasti asserragliati nel palazzo occupato mentre da fuori piovevano sassi. Dopo pochi minuti sono intervenuti i carabinieri della compagnia di piazza Dante e la guerriglia è cessata. Fortunatamente il blitz dei nordafricani si è concluso senza feriti, mentre i militari hanno identificato sei immigrati. Non si esclude che nei prossimi giorni possano esserci degli arresti. […]  messaggero



   

 

 

2 Commenti per “Guerriglia urbana tra 30 spacciatori nordafricani e centri sociali”

  1. E rivai i signori politici cosa dicono? be adesso glie lo dico io cosa sta succedendo in Italia, loro fanno finta di nulla poi magari quanto e troppo tardi danno la colpa alla Polizia e ai Carabinieri qui sta diventando peggio del Bronks negli USA, poiché tutto questo fino a qualche anno fa non succedevano ora invece questi STRANIERI hanno iniziato rivoltarsi alle forze dell’ordine i governanti del PD e di SEL cosa dicono? che aspettano che ci scappi dei morti? ci rivuole immediatamente la legge Bossi Fini ed INASPRIRLA chi è pulito senza precedenti entrino gli altri fuori dal nostro territorio e chi delinque espulsione immediata, e in questo caso non ci possono essere degli arresti occorre un po’ di fermezza anche per gli stranieri non solo sempre per gli Italiani che tra parentesi siamo anche tartassati.!!!

  2. mandateli nel loro paese!!!!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -