“VERDI, ROSSI, NERI” di Alexandre Del Valle

Per Natale regala/regalati un libro

“VERDI, ROSSI, NERI” di Alexandre Del Valle

Chi è interessato a riceverne una copia ci contatti redazione@imolaoggi.it

verdi-rossi-neri

L’Occidente è sotto attacco. Mai nella sua storia è stato così odiato. Mai è stato oggetto di un fuoco concentrico così insistente. I tre totalitarismi più pericolosi – l’islamismo fondamentalista, il comunismo rivoluzionario, il neonazismo razzista – dichiarano di avere lo stesso nemico: le democrazie occidentali (Europa, Stati Uniti, Israele), fondate sull’inviolabilità dei diritti dell’individuo, sulla laicità dello Stato e sulla separazione dei poteri.

È un conflitto che ha conosciuto la sua prima fase nel corso della seconda guerra mondiale, con l’alleanza antisemita tra il Gran Muftì di Gerusalemme e Hitler, e che periodicamente deflagra in attentati e azioni sensazionali in ogni parte del mondo. L’opinione pubblica internazionale ha preso drammaticamente atto di questa minaccia l’11 settembre 2001 con la caduta delle Torri Gemelle.

In realtà, spiega l’Autore, l’alleanza fra l’Islam radicale e gli opposti estremismi sta lentamente e inesorabilmente cambiando la fisionomia stessa dell’Occidente, in particolare dell’Europa. La «conquista» musulmana (innanzitutto demografica, poi culturale, politica, giuridica) in atto da alcuni decenni, il negazionismo, l’anti-imperialismo, il rifiuto del mercato, la sotterranea azione di lobby dell’OCI (la Conferenza islamica) all’interno dell’ONU disegnano nuove alleanze, ribaltano equilibri consolidati, dividono l’Occidente.

La straordinaria capacità documentaria e analitica di Del Valle – già apprezzata da intellettuali quali Oriana Fallaci e Bat Ye’or – compone un quadro storico che va dal Terzo Reich agli avvenimenti più recenti e disegna una mappa della guerra contro le democrazie che va dal Vicino Oriente all’Iran di Ahmadinejad, dall’Arabia Saudita al Sud America di Hugo Chávez e Evo Morales, dalla Cina alla Bielorussia di Lukashenko, senza escludere le schegge impazzite presenti in Europa come negli Stati Uniti, nella Sinistra e nella Destra.

Chi è interessato a riceverne una copia ci contatti redazione@imolaoggi.it



   

 

 

6 Commenti per ““VERDI, ROSSI, NERI” di Alexandre Del Valle”

  1. fondate sull’inviolabilità dei diritti dell’individuo, sulla laicità dello Stato e sulla separazione dei poteri.”

    certamente. Il frutto di questa meraviglia si chiama TROIKA.
    Separazione dei poteri?? Ma se le banche dettano legge in ogni settore???Se l’usura finanziaria trasnazionale (ah sì, quella sì che è laica, ed antirazzista, è apolide!!!) mette le sue pedine ovunque.
    Quanti lobbisti ci sono a Bruxelles a farsi approvare le leggi dalla COMMISSIONE EUROPEA un organo non eletto???

    • Condivido in pieno il tuo commento;ma aggiungo una cosa:oltre a quello che dici,ci prendono per i fondelli dichiarando che l’UE è democratica quando è solo un’infame e superinteressata oligarchia che si autonomina per cooptazione e basta!

  2. Sono tre sistemi totalitari, ma ci andrei cauto ad accumunarli fino in fondo, in quanto a grandi linee verdi e rossi hanno qualcosa in comune, cioè prendere il potere per soggiogare i popoli: Il primo predicando il falso benessere dei medesimi, il secondo predicando un credo assurdo che annebia le menti.
    Per quanto attiene i neri, aldilà dell’aspetto dittatoriale sono antagonisti dei verdi e dei rossi perchè potenzialmente ariani…
    CMQ il libro potrebeb essere interessante.
    Messaggio per la redazione Cosa costa? Non l’avete pubblicato

  3. Se queste ideologie esistono non è che l’Occidente decide che non devono più esistere e poi decide di iinvaderle (come quando il Regno Unito ha fatto la Guerra dell’Oppio in Cina: prima ha proibito l’uso dell’Oppio in Cina e dopo 50 anni ha imposto alla Cina di comprare l’oppio da loro)… secondo me, se queste ideologie esistono, bisogna evitere che esplodano in un escalation di assolutismo e di violenze (e trovare un punto d’incontro comune a tutte le ideologie mondiali); invece di contrastarle come ai tempi delle Crociate.

  4. Comandano le Banche, solo le Banche, fanno politica le Banche solo le Banche e su tutto gravita inesorabile, inutile, dannoso, falso il VATICANO. L’Occidente non e’ libero, crede di esserlo, e’ in mano alle Mafie, alle Banche, ai Preti, tutta gente da forca.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -