Vergogna italiana: 2 anziani su 3 non mangiano abbastanza

anziani1

28 nov – La crisi e’ ricaduta sulla tavola degli anziani: ben due su tre non mangiano a sufficienza per mancanza di risorse economiche e sono circa un milione gli over 65 a rischio malnutrizione. Una condizione che aumenta del 25 per cento la probabilità di un ricovero in ospedale e accresce la mortalità. Per i medici e’ pero’ possibile mangiare bene spendendo da un minimo di 1,62 euro a un massimo di 5,20 euro al giorno: anche i pensionati con la “minima” possono perciò garantirsi una dieta equilibrata spendendo da meno di 50 euro al mese fino a poco più di 150 euro. Una sorta di ritorno alle origini, con il buon senso delle scelte sui prodotti di stagione, ma che i medici indicano come una vera e propria priorita’.

”La malnutrizione deve essere evitata a ogni costo, perché aumenta del 25% il rischio di ricoveri e accresce la mortalità” spiega Giuseppe Paolisso, presidente SIGG e autore del libro ‘salva-anziani’ presentato a Torino nel corso del Congresso nazionale della Societa’ Scientifica che ha avviato oggi i suoi lavori e che ha dedicato diversi momenti del confronto fra esperti proprio al tema degli effetti della crisi sulla salute nella terza eta’.

Verdure e frutta di stagione, carne bianca, uova, pesce azzurro e legumi a volontà sono i cibi che costano poco e aiutano gli anziani a rimanere in salute, sono i capisaldi della dieta suggerita dal volume realizzato dalla SIGG, la societa’ italiana di Geriatria e Gerontologia in collaborazione con esperti della medicina dello sport e nutrizionisti.



   

 

 

3 Commenti per “Vergogna italiana: 2 anziani su 3 non mangiano abbastanza”

  1. Ma questi, dove cazzo (mi perdoni Direttore Manocchia) vanno a fare la spesa? 1.62 e che ci mangi? No, ditemi cosa compri con 1.62 cent, perchè sono davvero curiosa di capire come con una cifra così irrisoria, da morti di fame, una persona possa nutrirsi in modo adeguato. Cos’è dovrebbe mangiare in modo alternato? Oggi mangio a pranzo e domani mangio a cena? ma cose da matti.
    Lo stato sta facendo tutto questo perchè non vuole pagare le pensioni!!! lo Stato taglia taglia e taglia, ma alla fine della fiera taglia sulle cose essenziali per il popolo e spende e spande con i ns. soldi comprando ad esempio e spendendo 20 mila euro per una stracazzo di sedia!!!
    Ma nel frattempo i nostri nonni, genitori possono tranquillamente non nutrirsi. ma andate a cagare tutti quanti va!!!

  2. L’unica speranza per questi nostri anziani concittadini è di intrupparsi in un barcone,andare per un pò alla deriva e fingere di essere”migranti”,per ricevere così vitto,alloggio,assistenza medica e tessere telefoniche gratis;non c’è alternativa!

  3. ma come si fa a vivere con la minima , solo per pagare luce gas condominio telefono che sono spese fisse vanno via sicuramente dai 200 ai 250 euro per chi abita in una piccolissima casa di proprieta’.Ora figuriamoci se uno deve pagare anche l’affitto.L’anziano inoltre ha bisogno sicuramente di medicinali che l’assistenza sanitaria non passa gratuitamente,quindi deve pagarli.Cosi’ vanno via altri soldini,Con neppure 200-250 euro di rimanenza come si fa ad andare avanti quando durante il mese ci sono sempre spese impreviste e devi pur acquistare un po’ di abbigliamento per te e per tua moglie che non prende pensione perche’ casalinga non ancora in eta’pensionabile?Ma come si fa a vivere con 400-500 euro al mese!!!!!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -