Ma allora che fine fanno i fondi per l’immigrazione?

immigrt6 nov – Gravi carenze igienico sanitarie, mancanza di sicurezza all’interno della struttura e pessime condizioni di vita per gli ospiti. A denunciare la “grave situazione” che si registra all’interno della comunità “Pinocchio” di Bonagia (Trapani), struttura che accoglie minori extracomunitari non accompagnati, è la Filcams Cgil. Il sidnacato, in particolare, punta il dito contro una serie di “violazioni contrattuali e la cattiva gestione della comunità in termini di manutenzione della struttura, di rispetto delle condizioni igieniche e dei servizi offerti ai giovani ospiti”.

I lavoratori, che da oltre un anno non percepiscono gli stipendi, sarebbero costretti a lavorare in una struttura con porte e finestre divelte e in condizioni igienico-sanitarie estremamente carenti. “I dipendenti – dice il segretario provinciale della Filcams Cgil, Vito Gancitano – raccontano di un ambiente in cui personale ed ospiti vivono in promiscuità con gli animali, dove l’acqua che esce dai rubinetti è salata e dove, a causa della mancata manutenzione del pozzo nero, i liquami fuoriescono dallo scarico della doccia”.

Secondo quando raccontato dai dipendenti, “i gatti, alcuni di essi con evidenti segni di malattia, entrano ed escono dalla struttura, salgono sui tavoli e rubano il cibo, peraltro distribuito in quantità insufficienti”. “Per gli ospiti della comunità, denuncia Gancitano, inoltre, “si risparmia anche sui pasti”.

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Ma allora che fine fanno i fondi per l’immigrazione?”

  1. Eppure-come ho già avuto modo di dire-continuano imperterriti a raccattare”migranti”a domicilio,in pratica sulle rive nordafricane!Perchè?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -