Letta contro Grillo e Berlusconi: contrastare in ogni modo populisti ed euroscettici

dittatore-letta

1 nov. – Una chiamata alle armi politiche contro i tanti populismi che si aggirano per l’Europa. Il presidente del Consiglio Enrico Letta si rivolge alla opinione pubblica dei piu’ grandi Paesi della Ue attraverso una intervista concessa allo spagnolo “El Pais”, al polacco “Gazeta Wyborcza”, al francese “Le Monde”, al tedesco “Suddeutsche Zeitung”, all’inglese “The Guardian” e a “La Stampa”, invitando a scuotersi, ad abbandonare ogni “timidezza”, perche’ se i movimenti euro-scettici dovessero ottenere un buon risultato alle elezioni Europee, l’Europarlamento ne uscirebbe “azzoppato“.

E avverte: “Urge una grande battaglia europeista: l’Europa dei popoli contro l’Europa dei populismi. Questa e’ la posta in gioco nei prossimi sei mesi”. E continua nel suo ragionamento: “C’e’ una grande sottovalutazione del rischio di ritrovarsi nel prossimo maggio il piu’ anti-europeo Parlamento europeo della storia, con una crescita di tutti i partiti e movimenti euro-scettici e populisti, in alcuni grandi Paesi e anche in altri piu’ piccoli. E con un effetto molto pericoloso sul Parlamento europeo”. Per questo, “urge una grande battaglia europeista: l’Europa dei popoli contro l’Europa dei populismi. Questa e’ la posta in gioco nei prossimi sei mesi. E quando dico europeismo, so bene che non basta dire ‘piu’ Europa” per avere un’Europa migliore’.

Per Letta “se i populisti in Europa superassero una percentuale del 25 per cento questo sarebbe molto preoccupante”. Sul fronte italiano il pensiero va al Movimento 5 Stelle: “Le elezioni europee rappresentano il terreno migliore sul quale il Movimento Cinque stelle puo’ esprimere il suo populismo – sottolinea Letta – non possiamo limitarci ad essere timidi con Grillo, o soltanto placcarlo“. E tra i populisti c’e’ posto anche per Silvio Berlusconi: “Il Pdl secondo me e’ un mix – dice Letta – Berlusconi in questi anni ha tenuto insieme pulsioni populiste e altre piu’ istituzionali e moderate. Ora, nella divisione tra falchi e colombe sarebbe interessante sapere cosa pensano le due anime sui temi dell’Europa”.



   

 

 

3 Commenti per “Letta contro Grillo e Berlusconi: contrastare in ogni modo populisti ed euroscettici”

  1. Stupefacente ipocrisia:Da un lato ci sono gli ormai ben noti poteri forti eurocratici(ma non solo),e dall’altro ci sono la libertà,la dignità e la vita stessa dei cittadini europei,minacciati di estinzione attraverso la sostituzione etnica,l’annientamento culturale,civile,economico e sociale;il”populismo”invece vuole difendere i cittadini-ridotti quasi a servi della gleba-da ulteriori ennesimi vessazioni e soprusi proprio da parte di chi si dichiara entusiasticamente”europeista”!

  2. Azz ha parlato il puritano! Sig. Letta insieme a Saccomanni quando dite bugie da ottavo mondo almeno ditele alla notte di Natale e mettetevi d’accordo prima, tanto ormai siete cavalli conosciuti.

  3. Meglio populista che euroschiavo.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -