Gasparri: stragi di immigrati colpa di chi volle la guerra in Libia

NAPO-GHEDDAFI

12 ott – ”Questi morti di Lampedusa non sono la conseguenza delle leggi italiane ma della assurda guerra di Libia voluta da Stati Uniti e Francia e imposta all’Italia da troppi nemici istituzionali di Berlusconi che vanamente tento’ di impedire questo errore da Palazzo Chigi”. Lo ha affermato in una nota Maurizio Gasparri, senatore del Pdl e vicepresidente del Senato.

”La verita’ va detta una volta per tutte. Abbattere un dittatore il Libia – ha spiegato – non avrebbe aperto la strada a una sana democrazia ma al caos delle guerre tra tribu’, con piu’ forza al fondamentalismo e la scomparsa di ogni tipo di sia pur discutibile istituzione locale. E c’e’ chi lo disse allora e fu criminalizzato”. ”L’intensificarsi dei viaggi della morte sono frutto di chi ha commesso quell’errore. E sono colpevoli che non stanno solo a Parigi e Washington. Ora l’ulteriore errore sarebbe quello di cancellare leggi italiane che difenderemo con ogni forza contro i complici dei massacri armati di incoscienza e demagogia, planati sull’orrore come avvoltoi”, ha concluso Gasparri.

Condividi l'articolo

 



   

2 Commenti per “Gasparri: stragi di immigrati colpa di chi volle la guerra in Libia”

  1. non avrei mai pensato di essere un giorno daccordo con quel idiota di gasparri… mai dire mai

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -