Grecia: Rissa per il calcio sfocia in omicidio, ucciso rapper

rissa -gRECIA 18 set. – E’ degenerata in una vera e propria rissa a sfondo politico, e con esito letale, una lite scoppiata la notte scorsa ad Atene per i classici ‘futili motivi’: nel sobborgo di Keratsini, alla periferia occidentale della capitale ellenica, due gruppi di persone hanno cominciato a discutere animatamente di calcio all’esterno di un bar. Poi i toni si sono arroventati sempre di piu’ a causa delle divergenze ideologiche tra i contendenti, ulteriormente esasperate dalle ripercussioni della gravissima crisi economica che la Grecia da tempo sta attraversando.

Alla fine e’ rimasto esanime al suolo un uomo di 34 anni, musicista militante di ‘Antarsia’, una piccola formazione della sinistra radicale: trasferito d’urgenza in ospedale con ferite multiple da coltello, e’ deceduto poco dopo il ricovero. La polizia ha arrestato il sospetto omicida, un 45enne membro del gruppo neo-nazista ‘Alba Dorata’.

Scontri sono avvenuti poi fra la polizia e i manifestanti antifascisati, scesi in strada dopo l’uccisione del  musicista hip-hop Gli agenti hanno lanciato i gas lacrimogeni contro le circa 5.000 persone che stavano manifestando a Keratsini, quartiere della capitale dove la scorsa notte e’ avvenuto l’omicidio.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -