Letta: L’Italia darà 50 milioni di dollari in piu’ per i rifugiati siriani

enrico-letta

19 set – ”Abbiamo messo 50 milioni di dollari in piu’ a favore dei rifugiati, il dramma dei rifugiati della tragedia siriana, stiamo parlando di 2 mln di persone che vivono nei campi rifugiati gestiti dall’Unhcr intorno ai confini della Siria, in gran parte sono bambini che hanno perso i loro genitori. E’ una situazione tragica”.

E’ uno dei passaggi del videomessaggio del Premier Letta diffuso stamani a Cortona all’avvio dell’Incontro Annuale di studi delle Acli. ”L’Italia non soltanto sostiene politicamente l’Onu – ha aggiunto parlando del decreto – ma abbiamo deciso, facendo tutti un sacrificio, di farlo perche’ come sappiamo nel bilancio pubblico di soldi ce ne sono pochi o non ce ne sono proprio, pero’ lo abbiamo fatto perche’ crediamo che in questo momento sia importante dare questo segnale”.

Nel motivare la ragione della mancata partecipazione all’Incontro, Letta ha spiegato: ”Andro’ a New York a dare la voce forte dell’Italia a favore delle Nazioni Unite. L’ultima parte di settembre e’ il periodo in cui si apre, si svolge sempre la sessione annuale delle Nazioni Unite. Mai come quest’anno e’ molto importante che l’Italia dica la sua. Noi abbiamo giocato un ruolo, credo significativo, per rendere centrale il ruolo delle Nazioni Unite, e quindi voglio e andro’ li’ e voglio dire la nostra. Diro’ che l’Italia non solo vuole centrare il ruolo delle Nazioni Unite ma che aiuta concretamente le Nazioni Unite”



   

 

 

2 Commenti per “Letta: L’Italia darà 50 milioni di dollari in piu’ per i rifugiati siriani”

  1. E poi ci viene a parlare che sarà inevitabile l’aumento dell’IVA?
    Io le sputo in faccia!!! Mi mandi pure la Digos a casa, ma adesso
    lei sta davvero esagerando, non se ne può più di queste sparate
    fatte senza riflettere!!!!
    Meglio che il governo cada…perchè quello che ultimamente stiamo sentendo, siamo arrivati a pensare che voi viviate in un universo che nn è la realtà!!!

  2. ANSA) – ROMA, 20 SET – Se ”entro domenica” non saranno trasferiti dal governo ai Comuni i 2,4 miliardi che coprono la cancellazione della prima rata dell’Imu ”molti Comuni al 30 settembre non saranno in grado di pagare gli stipendi ai dipendenti”. Lo ha detto il presidente dell’Anci, Piero Fassino, in audizione alla Camera sul dl Imu.

    Sig. Letta, come la mettiamo? Sfamare l’Africa e affamare l’italiano?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -