La Cir di De Benedetti vince la causa contro la Fininvest di Berlusconi

debened17 set. – La Cir di Carlo De Benedetti vince la causa contro la Fininvest di Silvio Berlusconi. La terza sezione civile della Cassazione ha infatti confermato la condanna inflitta alla Fininvest dai giudici milanesi a versare un risarcimento alla Cir per la vicenda del Lodo Mondadori.

La Suprema Corte ha condiviso quasi totalmente le conclusioni dei giudici del merito, accogliendo solo uno dei motivi di ricorso presentati dalla Fininvest, accoglimento che ha come conseguenza una lieve riduzione del risarcimento, quantificata in 46,5 miliardi delle vecchie lire, circa 23 milioni di euro.
Tale somma, quindi, dovra’ essere detratta dal risarcimento a favore di Cir stabilito dalla Corte d’Appello di Milano, che era pari a 564,2 milioni di euro.

DE BENEDETTI  nel 1991 FELICISSIMO E SODDISFATTO DOPO L’ACCORDO CON BERLUSCONI

Bisignani: De Benedetti è capo del gruppo di potere piu’ forte d’Italia. Berlusconi si dimetta

In primo grado, invece, tale cifra era stata molto piu’ alta: il giudice Raimondo Mesiano aveva stabilito un risarcimento pari a 749,9 milioni di euro.
L’unico tra i motivi del ricorso della Fininvest accolto dalla Cassazione e’ il 13esimo con questo accoglimento, i Supremi giudici hanno annullato “senza rinvio” il punto della sentenza d’appello “contenente la liquidazione del danno in via equitativa come stimata nella misura del 15 per cento del danno patrimoniale gia’ liquidato”.

Con il 13esimo motivo la Fininvest denunciava la “violazione e/o falsa applicazione” di alcuni articoli del codice civile “in punto di valutazione con criterio equitativo del danno ulteriore” conseguente “alla pretesa diversita’ di situazione di mercato in cui ebbe a versare la Cir in epoca immediatamente precedente il deposito del lodo”. Tale valutazione, secondo i giudici della Suprema Corte e’ “del tutto ipotetica”, relativa “ad un riconoscimento di un danno a sua volta del tutto ipotetico, non essendo legittimamente predicabile, se non in via di mera illazione, una potenziale diversita’ di posizioni contrattuali conseguenti al deposito del lodo arbitrale, a tacer d’altro – si legge nella sentenza n. 21255 – per il carattere della non definitivita’ di tale decisione”.

Con questa sentenza si chiude in via definitiva la vicenda del lodo Mondadori: la causa civile che si e’ conclusa oggi con il deposito delle motivazioni, atto che, in base al codice di procedura civile, rende pubblico anche il dispositivo della sentenza. L’udienza pubblica si era svolta il 27 giugno scorso: in quell’occasione, il pg di Cassazione, Pasquale Fimiani aveva sollecitato la conferma della sentenza d’appello, seppur con una lieve riduzione del risarcimento. La Fininvest, si legge nel dispositivo della sentenza, e’ stata anche condannata al “pagamento della meta’ delle spese del giudizio di Cassazione” sostenute dal Cir “che si liquida in complessivi euro 900.200, di cui 200 per spese, restando tra le parti compensata l’altra meta.

BONDI, IN ITALIA NESSUNO E’ PIU’ AL SICURO

“La sentenza della Cassazione conferma che nessuno in Italia puo’ sentirsi piu’ al sicuro: nessuno puo’ sentirsi sicuro della propria liberta’ personale, sicuro dei propri beni, sicuro dei propri diritti” ha detto Sandro Bondi, cui ha fatto eco il deputato del Pdl Luca D’Alessandro: “Dopo la privazione della liberta’, dopo il via alla conseguente operazione per cacciarlo dal Parlamento ed estrometterlo dalla politica per via giudiziaria, dopo il saccheggio delle sue finanze a vantaggio dell’editore di riferimento delle procure, deciso oggi dall’ineffabile Cassazione, cos’altro devono fare giudici politicizzati, interi partiti politici, pezzi delle istituzioni senza uno straccio di voto e interi settori della stampa radical-chic e forcaiola, per convincere Silvio Berlusconi che lo stanno scuoiando vivo e che non hanno intenzione di fermarsi fino a quando lo scempio non sara’ concluso?”, ha chiesto.

“Puo’ un popolo intero di milioni di persone assistere inerme e silenzioso di fronte a questo golpe rosso? Puo’ il partito che si riconosce in Silvio Berlusconi, nella sua storia di imprenditore e statista, nella sua leadership, nel suo carisma, nei suoi ideali di liberta’ e democrazia, fare finta di nulla e camminare a fianco di coloro che stanno tramando e operando per vederlo morto?”, ha insistito.



   

 

 

1 Commento per “La Cir di De Benedetti vince la causa contro la Fininvest di Berlusconi”

  1. Giorgio Bongiorno

    Si , caro Sandro, può perché è un popolo di codardi e di voltagabbana

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -