L’eutanasia procura carne fresca (per i trapianti)

trapianti8 SETT – I medici belgi hanno trovato una soluzione economica ed efficace per il problema della scarsità di organi adatti ai trapianti che c’è in Europa: i pazienti che chiedono l’eutanasia possono donarli. Alla 21a Conferenza di Chirurgia Toracica Generale http://www.estsmeetings.org/2013/ che si è tenuta a Birmingham, in Inghilterra, nel Maggio scorso, in un documento presentato dai medici dell’Ospedale Universitario di Lovanio   http://www.estsmeetings.org/2013/images/documents/ests-abstracts-2013.pdf  si legge che in Belgio i donatori eutanasizzati sono circa il 12,8% di tutti i donatori di polmoni: c’è sempre stata un’ottima riuscita clinica del trapianto. Essi auspicano quindi che con una maggiore consapevolezza del pubblico, coloro che chiedono l’eutanasia si prestino volentieri a questo gesto di estremo “altruismo e solidarietà”.

Il 12,8% cui si riferisce il documento, in un piccolo paese come il Belgio, sono solo 6 pazienti. Tre erano affetti da gravi patologie neuromuscolari e tre erano malati mentali. Tutti e 6 hanno espresso chiaramente il desiderio di donare gli organi e i team che hanno eseguito l’eutanasia e il trapianto sono stati nettamente diversi e separati (chissà perché, ci tengono tanto a sottolinearlo…).

E’ evidente a chiunque fosse dotato di buon senso (ma buono anche in senso etico…) che è estremamente pericoloso far credere alle persone deboli di mente, o disabili, o comunque disperate che la loro morte ha più senso e valore della loro vita. E non è certo auspicabile una società che accetti l’idea che essa può trarre vantaggio a spese di quei suoi membri più deboli, più bisognosi di cura (e di affetto) e che di per sé – tra l’altro – in termini economici costano parecchio.

Ma attenzione, cari lettori: ci stiamo arrivando. Forse ci siamo già arrivati.

di Francesca Romana Poleggi

Fonte:  Prolife News.



   

 

 

1 Commento per “L’eutanasia procura carne fresca (per i trapianti)”

  1. Quel che la gente non sa, é che gli organi si donano da vivi a cuor battente, non certo da morti e con il sangue fermo ormai nelle vene. Questo i medici non lo dicono o… addio guadagno.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -