Difesa, l’Italia spenderà miliardi per satelliti spia, radar e droni

satelliti22 ago – Secondo il settimanale L’Espresso, quest’anno i fondi per l’acquisto di armamenti aumentano in modo clamoroso rispetto al 2012: complessivamente saranno 5,5 miliardi di euro, grazie al contributo del ministero dello Sviluppo Economico che mette a disposizione 2.182 milioni per comprare sistemi militari”.

Molto  frammentato è il finanziamento dei nuovi satelliti spia Cosmo SkyMed. “La Difesa ci mette 229 milioni, altri 500 circa li tirano fuori il ministero dell’Università e Ricerca e l’Agenzia Spaziale. Il solito Sviluppo Economico contribuisce ai 300 milioni dei satelliti Sicral per le comunicazioni.

Per le nostre sentinelle orbitanti – scrive L’Espresso – i generali prevedono di spendere circa mezzo miliardo in tre anni”. Altro denaro verrà poi speso per aerei radar e droni: “580 milioni per acquisire due fantascientifici jet Gulfstream Caew prodotti in Israele, vere centrali di spionaggio volanti. Altri 211 milioni sono il contributo italiano per la discussa squadriglia di velivoli-robot Global Hawk voluta dalla Nato”. Ma tutto il budget per le forze armate è cresciuto nel 2013, afferma il settimanale: “Esclusi i carabinieri, ci saranno 14,4 miliardi di euro contro i 13,6 miliardi del 2012, quando la spending review si è abbattuta sui conti, e i 14,3 miliardi del 2011. Il problema è che i due terzi dei soldi servono per gli stipendi”.



   

 

 

1 Commento per “Difesa, l’Italia spenderà miliardi per satelliti spia, radar e droni”

  1. Vi invito a leggere l’accordo della Declaration Summit of Chicago di luglio 2012. E’ la prova che l’Unione Europa è il fronte avanzato globale della OTAN o NATO contro i paesi BRICS (commercialmente) e dell’euroasia(militarmente). Che Dio ci assista.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -