“Il Governo tradisce e pugnala alle spalle militari e poliziotti”

COMUNICATO STAMPA

militariIn data 08.08.2013 il Governo dopo un preventivo depistaggio del giorno prima ha approvato a sorpresa il blocco degli stipendi per il 2014 per il comparto difesa-sicurezza e soccorso pubblico. Con tale atto, l’attuale esecutivo ha continuato ad assimilare il comparto al resto del pubblico impiego, per la serie specifici si ma quando conviene all’esecutivo di turno…. tutto in barba alla riconosciuta specificità! Tale atto contraddice spudoratamente anche le belle parole del Presidente del Consiglio dei Ministri, On. Enrico Letta, pronunciate in occasione del discorso di insediamento del Governo nei confronti degli operatori del Comparto difesa-sicurezza. Bella coerenza!!!

Assodato che la specificità in questi anni ha portato solo specifici tagli al personale del comparto Difesa-sicurezza che in aggiunta al blocco dei contratti del pubblico impiego hanno subito anche il blocco delle indennità specifiche del mestiere del soldato. Per la serie direbbe il compianto Totò: “Cornuti e mazziati!” ma specifici…. In particolare, questi scienziati dell’economia fatta solo ed esclusivamente sulla pelle della povera gente hanno pensato tra l’altro di bloccare anche dell’unico emolumento finanziato oltretutto con i soldi del personale contrattualizzato accantonato in decenni di contrattazioni e quindi in questo modo scellerato hanno aggredito il risparmio o meglio l’unica forma di “salario differito” attualmente in essere per i militari contrattualizzati delle FF.AA.. Per essere chiari ed evidenziare il livello raggiunto di accanimento nei confronti del personale occorre dire che tale emolumento è di poche decine di euro al mese ma permette al personale militare percettore di 1300 euro al mese di avere dopo 17 o 27 anni di onorato e lodevole servizio la remunerazione delle maggiori responsabilità, funzioni e professionalità acquisite. Per tale atto di giustizia sociale si ringrazia di cuore il governo Berlusconi prima Monti dopo ed oggi Letta!!!

Ora dopo aver bloccato anche il 2014, viene proposta la barzelletta dell’una tantum, ovvero ti taglio 100 e ti do 46 come nel 2012, oppure ti dico che ti do 100 nel 2013 ma mi dimentico di dire che nel 2014 prenderai zero, perché la norma dell’una tantum finisce nel 2013! Per la serie ti riprendo per i fondelli!!! Questa proposta è inaccettabile! Buoni Si, Fessi No!!! Inoltre, in questi anni abbiamo visto, che il blocco non è rimasto per tutti anzi intere categorie queste si “specifiche” e “potenti” sono uscite miracolosamente dal blocco, di contro l’unico comparto difesa-sicurezza specifico per legge è rimasto bloccato. Per la serie i furbi si arrangiano i fessi rimangono…. ed i dipendenti (barbieri, falegnami ecc.) delle Camere continuano a prendere 140.000 euro all’anno….

Caro Governo, rispetta almeno la dignità delle persone che tirano avanti con 1300 euro al mese, questi eroi della sopravvivenza, non possono più sopportare altri tagli o blocchi! Per loro e le loro famiglie il costo di una cena di un deputato o senatore in uno dei ristoranti di Roma fa la differenza tra poter fare o meno la spesa a fine mese. Il dolore, la frustrazione e la rabbia dei militari contrattualizzati che non riescono a pagare la bolletta della luce o del gas oppure a pagare il ticket per una visita medica sono notevolissimi. Questi servitori dello Stato, che pur lavorando sono oggi i nuovi poveri per le scellerate scelte della politica chiedono giustizia e chiedono con forza di essere aiutati. Quindi, niente una tantum truffa! Si allo sblocco con precedenza agli emolumenti delle fasce economicamente più deboli dei militari.

Domenico BILELLO

(delegato COCER interforze ed E.I).

Condividi l'articolo

 



   

12 Commenti per ““Il Governo tradisce e pugnala alle spalle militari e poliziotti””

  1. È tutto finito. L’ Italia è finita. Sprofonderemo negli abissi e gli extracomunitari verranno a salvarci, ci rifocilleranno, ci foto segnaleranno, ci imbarcheranno sul primo charter e ci spediranno non sò dove. Mi vergogno di essere italiano.

    • sono pienamente concorde a quello che dici. la colpa è dei poliziotti che in piazza si prendono le legnate in faccia x difendere i criminali di montecitorio

  2. Ma perché continuiamo a fargli le scorte e la tutelava sta gente!!!!

  3. E’ ora che le forze armate inizio a lavorare per il benessere del proprio popolo. Dopo aver visto cosa succede in Grecia (e ai dipendenti statali Greci) bisogna che i poliziotti italiani capiscano da quali tasche effettivamente esce il loro stipendio e collaborino a mettere in piedi una classe politica capace. Scendete in piazza con noi, organizziamo un golpe pacifico. Un politico onesto senza popolo che lo difende può solo cadere vittima di un proiettile (MORO). Costruite per noi le barricate per riportare la democrazia in Italia. ABBIAMO BISOGNO DI VOI! E VOI AVETE BISOGNO DI NOI, AVETE BISOGNO DEL POPOLO, NON DEI MINISTRI CORROTTI CHE CI STANNO VESSANDO

  4. Mi auguro non siano voci al vento….come sempre sono state ,malgrado le tante guerre combattute dai colleghi per una manciata di spiccioli!!!!!

    • Mi spice, però abbiamo italiani che hanno problemi più seri……..hanno proprio perso il lavoro……..sono a reddito 0 altro che 1300€ al mese!

  5. Ma cosa stiamo aspettando a ribellarci…questi pensano solo a mantenersi i loro privilegi e basta….

  6. ma cosa stiamo aspettando a ribellarci…

  7. Nella Storia è capitato che per ingiustizie dell’Imperatore il suo esercito gli si rivoltasse contro alleandosi con il Popolo. Quando un Governo non ce la fa a sostenere i suoi sudditi significa che è la sua fine.

  8. Esempio Egitto!

  9. SONO SOLO BUFFONI CHE IL POPOLO DOVREBBE CACCIARE E SE NON VOLESSERO ANDAR VIA IL POPOLO E LEGITTIMATO ANCHE ALL’USO DELLA FORZA PERCHE’ SOVRANO.

  10. Hei Dibello ma che pensavi che come militare hai diritto alla vita? Sei al corrente che l’elitè vuole diminuire l’attuale popolazione da 7miliardi a soli 3 (miliardi) facendone fuori ben 4 (miliardi di persone)?

    Mica penserai che chi rimane serva solo alla difesa! Servono di tutti i generi lavorativi e purtroppo dentro ai 4 (miliardi di persone) ci rientrate voi quanto le vostre famiglie. Ecco perché la gente, che peraltro vi paga, vi chiede di stare dalla loro parte e non dalla parte di chi umilia già una vasta parte di (ex) lavoratori.

    Pensa che dalla nostra parte (lavoratori) ci si chiede se MAI un giorno riuscirete a capirlo.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -