Naturista picchiato da guardone: si chiede una legge che protegga i nudisti

Condividi

 

nudisti7 ago – Aveva invitato un ‘guardone’ a smettere di compiere atti indecenti a ridosso della spiaggia dell’Arenauta, arenile del litorale pontino in provincia di Latina, prediletto dai naturisti. Per tutta risposta, Francesco De Gennaro, Presidente dell’Unione Naturisti Italiani della Campania, e’ stato aggredito dall’uomo all’uscita della spiaggia.

“Auspico che il Parlamento italiano, pur nelle oggettive difficolta’ del momento, possa varare, dopo i reiterati tentativi falliti nelle ultime legislature, una legge che regolamenti la pratica del naturismo in Italia cosi’ come accade negli altri paesi europei dove il naturismo e’ legittimato e promosso o, quanto meno, rispettato“. Ha affermato Gianfranco Ribolzi, Presidente della Fenait (Federazione Naturista Italiana).

“I naturisti europei – ha proseguito Ribolzi – sono circa 10 milioni, 500.000 dei quali nel nostro Paese. La situazione di indeterminatezza che vige in Italia sull’argomento non tutela i naturisti stessi non consentendo, oltretutto, il flusso del turismo naturista ed il conseguente beneficio economico”.

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Naturista picchiato da guardone: si chiede una legge che protegga i nudisti”

  1. Fortuna che siamo una nazione a prevalenza turistica.per caso siete mai andati a ibiza o Formentera?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -