I migranti rifiutati da Malta vengono accolti in Italia

Condividi

 

gomm7 ago – L’Italia ha acconsentito allo sbarco dei 102 migranti a bordo di un gommone in avaria che Malta aveva rifiutato di accogliere nonostante le pressioni Ue. Lo ha reso noto il governo maltese. I migranti, tra cui un bimbo di 5 mesi e quattro donne incinte, alla deriva su un un gommone gravememte danneggiato erano stati tratti in salvo lunedì da una petroliera battente bandiera liberiana, la Salamis, al largo delle coste libiche. In un comunicato diffuso nella notte, Malta ha reso noto, che il natante, che era stato fatto ormeggiare al largo dell’isola in acque internazionali, si sta dirigendo verso le coste siciliane, a Siracusa.

“Questo sviluppo c’è stato perchè le autorità italiane hanno accettato di accogliere i migranti che sono a bordo e fa seguito ai contatti diplomatici tra i governi italiani maltese e greco”, ha spiegato il governo.

Il premier maltese, Joseph Muscat, ha ringraziato personalmente il capo del governo, Enrico Letta. “La posizione di Malta in questa crisi è sempre stata forte, coerente e legittima. Attraverso questa posizione, Malta ha inviato un messaggio forte”, ha aggiunto Muscat.

Condividi l'articolo

 



   

2 Commenti per “I migranti rifiutati da Malta vengono accolti in Italia”

  1. mario ITALIANO

    Basta! Ringraziamo la kyenge che continua a chiedere i diritti per questa gente… e i nostri dove sono? Sveglia italia e grazie a questa gente se siam presi cosi… VERGOGNA

  2. oh é certo che Malta ha mandato un messaggio forte, speriamo che altrettanto forte lo ascoltino gli Italiani

    – italiani siete governati da coglioni…oni.. oni…oni –

    s’é sentito?

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -