Nigeria: islamici attaccano una scuola, alcuni studenti bruciati vivi

nigeria6 lug – Almeno 30 persone, fra studenti e insegnanti, sono rimasti uccisi nell’attacco sferrato da estremisti islamici contro una scuola. Lo riferisce Skynews.

In base alle prime informazioni, l’attacco è avvenuto all’alba in un collegio nella città di Mamudo, nel nordest della Nigeria. I morti sono 29 studenti e un insegnante. I sopravvissuti all’attacco, ricoverati con ferite da arma da fuoco e diverse ustioni, hanno raccontato che alcuni studenti sono stati bruciati vivi, riferisce Skynews.

Il padre di due delle vittime ha detto che alle scuole non è stata fornita protezione, nonostante il dispiegamento di migliaia di soldati da quando il governo ha dichiarato lo stato di emergenza a metà maggio in tre stati del nordest. Dal 2010 a oggi, un numero imprecisato di studenti sono rimasti uccisi e dozzine di scuole sono state bruciate, nelle violenze degli estremisti.

Negli ultimi tre anni gli estremisti di Boko Haram hanno preso spesso di mira le scuole e nel solo Stato di Yole ne sono state date alle fiamme 209. Alcuni genitori hanno protestato per la mancanza di militari o poliziotti a presidio della scuola, nonostante lo stato d’emergenza in vigore da meta’ maggio in tre Stati nord-orientali della Nigeria.

In un’altra strage e’ avvenuta nello Stato centrale del Benue, dove pastori di etnia Fulani hanno attaccato un villaggio di agricoltori, per lo piu’ cristiani di etnia Tiv. Numerose case sono state bruciate e i media locali hanno dato notizia di 20 morti. Le violenze legate ai diritti di psacolo sono frequenti nel Paese africano e nelle regioni centrali si sovrappongono spesso alle tensioni fra cristiani e musulmani.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -