Mestre: il Duomo in balia di zingari aggressivi, anche minacce di rapire i bambini

duomo6 lug – Il giorno dopo il blitz alla tendopoli degli zingari «barbanera» per Comune e Chiesa la misura è colma. Lo sottolinea monsignor Fausto Bonini, parroco del Duomo di Mestre, dove i «barbanera» irrompono in chiesa con fare minaccioso.

«Abbiamo organizzato un servizio di sorveglianza—spiega —. Il “fai da te” è sbagliato ma non avevamo scelta». Di domenica un parrocchiano romeno li convince ad andarsene durante le messe, due giorni fa, le prove del coro dei ragazzi sono state interrotte da un «barbanera » che minacciava di rapire i bambini.

Una pensionata è stata strattonata dopo la recita del rosario e due domeniche fa un uomo si è sdraiato a dormine sull’uscio del duomo. «Ci intimano di dare loro soldi visto che li raccogliamo per i poveri, se non lo facciamo minacciano ritorsioni — continua Bonini -. Va trovato il modo di rimandarli a casa loro, in questa situazione si rischia di non aiutare chi ne ha veramente bisogno». Negli ultimi tre anni la rimozione di accampamenti e le multe dei vigili non sono state comunque un deterrente, al contrario la comunità è cresciuta. […]

L’assessore all’Ambiente Gianfranco Bettin ha chiesto che venga dato loro il foglio di via e si aprano indagini per associazione a delinquere. Il motivo? In corso del Popolo, Veritas deve ripulire spesso i loro bivacchi e a cinque autisti sono state rigate le auto perché avevano rifiutato di fare l’elemosina (mercoledì una comitiva è stata accerchiata all’hotel Delfino). «L’area vicino all’Aci è stata sgomberata almeno 10 volte», dice il vicesindaco Sandro Simionato. Dal 2011, le operazioni di polizia sono state 65 e le multe quasi 500 per accattonaggio in zone vietate o facchinaggio abusivo. Due «barbanera» sono stati arresti per estorsione, uno per furto e altri 24 denunciati per reati minori. «Nonostante tutti i tentativi messi in campo, il problema rimane— dice Simionato —. Si tratta di cittadini europei e non ci sono leggi che facilitano l’intervento, in questa situazione c’è bisogno che lo Stato ci dia gli strumenti normativi per operare e che si studino azioni nei paesi d’origine». Nell’Europa dell’Est non ci sono filtri, ora che la Croazia è entrata nell’Ue Simionato teme che il numero dei rom possa aumentare. corriere.it



   

 

 

1 Commento per “Mestre: il Duomo in balia di zingari aggressivi, anche minacce di rapire i bambini”

  1. E’ ovvio che a questi livelli si infrangono codice civile e penale, per cui si eviti di confondere legalita’ con razzismo.
    Comunque, siamo ad un passo dall’oscurantismo ( di cui gli zingari sono solo un piccolo “innocuo” settore) ma solo l’Olanda sembra essersene un po’ accorta subito zittita da Francia e Gran Bretagna……….

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -