Milano: donna pestata a calci e pugni per rubarle il cellulare

pestata25 maggio 2013 – Aggredita alle spalle, atterrata con un calcio alle gambe, presa a pugni mentre era a terra. Tutto questo solo per prenderle il cellulare. È successo ieri sera, a una donna di 52 anni, in via Rizzoli, periferia Nord-Est di Milano, non lontano dalla fermata della metropolitana di Cascina Gobba.

Qualche minuto dopo le 22.30, la donna camminava all’altezza del civico 25 quando è stata colta di sorpresa da due uomini, sui 25 anni, che secondo la descrizione potevano essere due nomadi. Quello che è certo è che le sono arrivati alle spalle e le hanno assestato un calcio alle gambe, facendola cadere.

Poi l’hanno tempestata di pugni finché lei non ha mollato il cellulare che teneva in mano. Arraffato il telefono, i due sono scappati. La donna è stata soccorsa da una volante della polizia e portata in codice verde al San Raffaele, dove è stata sottoposta ad accertamenti alla gamba colpita dal calcio.

Condividi l'articolo

 



   

2 Commenti per “Milano: donna pestata a calci e pugni per rubarle il cellulare”

  1. PER ME CHE SIANO ROM è ORMAI ALL’ORDINE DEL GIORNO… TRA NON MOLTO SAREMO SOGGETTI A SEMPRE PIÙ FREQUENTI ABUSI E VIOLENZE…

  2. Michele San Pietro

    Per me non ha nessuna importanza che gli aggressori siano nomadi, cinesi, albanesi, milanesi o salentini… per me importa solo che quei due delinquenti siano assicurati alla giustizia al più presto possibile.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -