Monti sbugiardato dalla UE: le imprese si possono pagare

pinocchio26 mar – È l’ennesima, pessima figura del Governo tecnico. Un altro schiaffo in faccia al premier (uscente) Mario Monti. Smentito, ieri, dall’Unione europea. Il tema è di quelli che scottano: i debiti della Pubblica amministrazione verso le imprese. Una montagna da 90-100 miliardi di euro che lo Stato si tiene in tasca, strozzando le aziende e contribuendo ad affossare l’economia italiana.

UE: lo Stato italiano deve pagare tutti i debiti alle imprese

Monti: impossibile pagare alle imprese tutto il debito dello Stato

Sta di fatto che  venerdì scorso  Monti aveva annunciato una correzione alle stime sui conti pubblici italiani per il 2013 e 2014 proprio per pagare le fatture delle imprese fornitrici della Pa. Operazione da 40 miliardi di euro – 20 miliardi quest’anno e altri  20 miliardi quello successivo – in relazione alla quale ieri è arrivato il clamoroso (e imprevisto) altolà della Ue.

I fatti. Palazzo Chigi aveva portato le previsioni 2013  sul rapporto tra deficit e pil dal 2,4% al 2,9%. Una mossa che seguiva di pochi giorni un’apertura arrivata proprio da Bruxelles pochi giorni prima: i pagamenti dei crediti vantati dalle imprese nei confronti  della Pa (centrale e locale) non vengono conteggiati per il rispetto dei  parametri di Maastricht sui conti pubblici. Di qui l’accelerazione di palazzo Chigi per aggiornare le indicazioni contenute nel Documento di economia e finanza (Def). (libero)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -