Monti: “Non mi sento condannato a governare con la sinistra”

mb
19 febbr – In un momento in cui si parla di rischio ingovernabilità e di pareggio quanto meno al Senato, il premier torna sull’idea della grande coalizione: “Per affrontare i problemi dell’Italia serve un consenso piuttosto largo. Mi sono dichiarato spesso a favore di grandi coalizioni, anche quando era una bestemmia dire questo sebbene accadesse già in Germania. Uno spirito di larga condivisione penso sia una cosa positiva per il Paese, e condividere le alte cariche istituzionali potrebbe aiutare in questo senso”. Così dice Mario Monti in un’intervista al Messaggero Tv.
Ma con chi andrebbe fatta la grande coalizione? Per il momento il leader di Scelta civica dice con chi non la vuole fare: “Non mi sento condannato a governare con loro. Ripeto: non abbiamo nulla in comune con la coalizione di sinistra, così come non abbiamo niente in comune con la destra”. “Siamo nati per far progredire l`Italia rispetto a un bipolarismo in cui non ci riconosciamo e che non ha portato nulla di buono negli ultimi venti anni – spiega -.
Il nostro intento è di far lavorare insieme coloro che hanno voglia, capacità e forza per fare le riforme. Dunque per superare le resistenze che vengono dalle lobby e dai gruppi di interesse. Nessuno ci costringerà a governare, ma chi vorrà venire a lavorare con noi troverà porte aperte. Però non collaboreremo mai a un governo, o a una maggioranza, che, proseguendo nell’inerzia degli ultimi anni, non fosse fortemente orientato alle riforme”. tiscali


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -