Immigrati, Terzi: “un popolo è affamato non è mai libero”

terzi

9 FEB – “Quando un popolo è affamato non è mai libero: è spesso costretto a migrare per ritrovare quelle libertà fondamentali le cui gravi violazioni creano destabilizzazione e conflitti”.

(Istat: in Italia 8 milioni di poveri, 3,4 milioni in povertà assoluta)

Così il ministro degli Esteri Giulio Terzi, intervenendo al Seminario dell’Osce sulla prevenzione alla tratta degli essere umani nel Mediterraneo, ha sottolineato come “il nesso inscindibile tra migrazioni, sviluppo e diritti” sia al centro del fenomeno del traffico delle persone. Nesso che “é parte integrante anche della diplomazia della sicurezza, che ho posto al centro dell’azione del Ministero degli Esteri”, ha spiegato il ministro evidenziando come “non possiamo illuderci di estirpare il crimine del traffico degli esseri umani solo con la repressione. Occorre anche comprenderne e prevenirne le cause profonde“.

“La tratta degli esseri umani è uno dei crimini più aberranti del mondo contemporaneo: è la schiavitù del XXI secolo”, ha affermato Terzi. “La coscienza degli italiani è profondamente ferita dalle tragedie delle carrette del mare e dalle immagini di disperazione di migliaia di donne e uomini. Ci ribelliamo con sdegno a tale disumano fenomeno“, ha proseguito il titolare della Farnesina. Occorre fare in modo che gli strumenti (miliardi) messi in campo dalla comunità internazionale (Osce, Ue, Onu e Consiglio d’Europa) “si traducano in una forte dimensione regionale” mettendo “il Mediterraneo al centro della strategia internazionale di lotta alla tratta. La gestione di un fenomeno così complesso non può ricadere solamente sugli Stati più direttamente esposti per collocazione geografica”. (ANSAmed).

Apprezziamo lo sdegno e la sensibilità del ministro Terzi verso gli immigrati, ma lo invitiamo ad occuparsi, con lo stesso furore ideologico, anche di questo

Istat: in Italia 8 milioni di poveri, 3,4 milioni in povertà assoluta

Istat: in Italia 8 milioni di poveri,  3,4 milioni in povertà assoluta22 genn – Nel 2011 le famiglie in condizioni di povertà relativa sono l’11,1%: si tratta di 8,2 milioni di individui poveri, il 13,6% della popolazione residente. E’ quanto ricorda l’Istat nel rapporto ‘Noi Italia’, aggiungendo che la poverta’ assoluta coinvolge il 5,2% delle famiglie, per un totale di 3,4 milioni di individui. Guardando al […]



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -