Summit MMT Rimini: L’uscita pilotata dell’Italia dal disastro eurozona.

RIMINI, 18 Ott – “Come la Modern Money Theory (MMT) riporterà la piena occupazione, la crescita e la democrazia alla nostra Nazione, alle nostre aziende e alle nostre famiglie con una nuova moneta sovrana”.

Si terrà sabato e domenica prossima al 105 Stadium di Rimini di fronte a 3.000 persone (tante le adesioni finora), il Summit sulla politica economica da adottare per  l’uscita pilotata dell’Italia dal disastro eurozona.

Di fronte all’esercito della piccola e media impresa ed ai professionisti riunitisi in Reimpresa, di cui è promotrice la Dott.ssa Rossella Giavarini, parteciperanno i più importanti economisti a livello mondiale come: M.Mosler, che spiegherà: Cosa devono fare la Banca d’Italia e il Tesoro con la nuova lira sovrana: le prime emergenze .

Come gestire il debito pubblico e privato nelle nuove lire o in euro.

Come può un governo MMT assumersi l’onere dell’indebitamento privato impagabile in euro.

Cosa sono i titoli di stato e a cosa servono.

Cosa sono le tasse e come le può gestire un governo sovrano per aiutare cittadini e aziende

Come gestire i tassi di cambio e i tassi d’interesse nelle nuove lire.

Ci sarà svalutazione e inflazione con le nuove lire?

Come gestire l’import / export + il petrolio + le materie prime con le nuove lire

Come un’Italia sovrana potrà controllare le banche e il “mostro finanziario”: può la speculazione attaccare la nostra ritrovata sovranità dei pagamenti?

La fuga dei capitali è un pericolo? Risparmi, fondi pensione privati, esportazioni: sono vera ricchezza o solo costi?

L’economia italiana è composta per l’80% piccole e medie aziende e professioni: può l’economia domestica MMT garantire la prosperità? O dobbiamo per forza esportare?

Si può trovare un equilibrio fra la creazione monetaria del governo e quella delle banche: avere il meglio da entrambe.

Inoltre, M.Mosler dopo aver spiegato i suddetti punti e risposto a sopracitati quesiti, durante la Special Session spiegherà:Come i crediti d’imposta a livello di amministrazione locale possono aiutare subito le PMI anche ora con l’euro.
Poi sarà la volta di un altro grande economista, M.Forstater ceh tratterà i seguenti temi: Abba Lerner “Ci potrebbe essere una finanza funzionale per tutti noi, ma invece l’ortodossia regna.”

Il governo non deve risparmiare come una famiglia: smontare un mito tragico.

Il debito pubblico in moneta sovrana: chi deve cosa a chi? Chi deve pagare che cosa? È il debito dei nostri figli?

I deficit nella Modern Money Theory, i deficit positivi e quelli negativi: ci sono limiti ai deficit positivi? Smontare il mito dell’inflazione alla Zimbabwe

La creazione del denaro dello Stato e quello delle banche: capire i beni finanziari al netto che ci dà lo
Stato e invece quelli creati dalle banche che portano debito

La piena occupazione: è il pilastro di tutta la crescita economica.

Modelli di piena occupazione a carico dello Stato.

La riconversione dell’occupazione dai settori insostenibili a nuovi settori: una priorità nell’economia globale.  La MMT & l’etica politica: la MMT è una pacchia per spendaccioni e corrotti?

L’interesse comune di datori di lavoro e dei loro dipendenti nella piena occupazione.

Anche, Forstater nella Special Session tratterà le: Lezioni dall’Argentina su come affrontare il ritorno alla sovranità monetaria contro i poteri forti.
Mentre un altro economista di razza, Alain Parguez ci renderà edotti de: La cruda realtà dietro alla creazione dell’euro: come e perché l’euro fu strutturato per fallire.

La vera storia del “santo” Jean Monnet, di Robert Schuman, e di Francois Perroux.

Alcune note su Mises e Hayek, cosa veramente speravano di ottenere per noi cittadini e chi hanno influenzato

Alcune note sulle menzogne dell’economia neoclassica oggi dominante

Il ruolo della Germania e della Francia contro il resto d’Europa: fasi storiche e cosa stanno pianificando oggi Come smontare i miti dell’austerità: chi era spendaccione in Europa?

Perché le austerità deflazionano l’economia e gonfiano i deficit pubblici?

Le conseguenze del trattato fiscal compact, cosa significa per la sovranità nazionale e per la democrazia?

Mentre, A.Parguez nella Special Session rivelerà: La verità nascosta: le austerità europee mirano al ritorno al neofeudalesimo in Europa; chi c’è dietro a ciò?
Ma non finisce qui, a tutto questo bisogna aggiungere la grande opportunità per i partecipanti, sia del pubblico che delle aziende, di porre domande ai relatori durante tutto il pomeriggio della Domenica.

Un evento al quale mancare, significa restare nell’ignoranza più totale e continuare a pendere dalle labbra dei media asserviti alla s-partitocrazia affaristica clientelare, quel think thank creato, sostenuto e alimentato ad hoc per manipolare le menti della massa elettorale del nostro paese. Significherebbe non assumere la consapevolezza che:

ü  la nostra economia è e resta a livelli di depressione del tutto artificiosi.

ü  la BCE offre fondi legati a condizionalità che mantengono in vita la nostra depressione economica.

ü  la BCE non ha mostrato alcuna intenzione di ammorbidire quelle condizionalità

ü  la UE non ha mostrato alcuna intenzione di ridurre la disoccupazione ammorbidendo i limiti ai deficit di bilancio nazionali dettati da Maastricht.

ü  la UE e la BCE hanno mancato di riconoscere il ruolo dei Deficit Positivi per sostenere la piena occupazione, la produzione aziendale e i risparmi.

ü  l’inflazione da eccesso di domanda non è un pericolo finché la produzione non si riduce drammaticamente.

ü  noi consideriamo le politiche che deliberatamente sostengono livelli alti di disoccupazione un crimine contro l’umanità.

ü  le presenti politiche della UE e della BCE necessariamente manterranno la disoccupazione elevata e ridurranno i termini reali degli scambi commerciali.

ü  i Trattati fondanti dell’Eurozona che hanno drasticamente limitato le nostre sovranità non furono mai sottoposti a un’analisi indipendente, né al consenso democratico dei cittadini.

ü  l’intera struttura dei poteri sovranazionali della UE si fonda sulle inapplicabili ideologie Neoclassiche e Neoliberiste che necessariamente escludono qualsiasi possibilità di piena occupazione sostenibile, cioè di “Finanza Funzionale” per i popoli.

ü  è ora chiaro che le politiche di Austerità di Mario Monti hanno fatto precipitare il Paese nella recessione, che sta divenendo piena depressione economica, attraverso uno sforzo che si fonda su teorie inapplicabili, ma anche su un preciso piano di spoliazione del bene comune a favore di pochi.

Tutto ciò, significherebbe per noi cittadini italiani poter chiedere:

ü  Il ritorno alla nostra moneta sovrana, con cui creare politiche che porteranno il governo a promuovere azioni al servizio del pubblico, includendo:

ü  Il recupero della piena sovranità democratica controllata sempre dal volere popolare;

ü  Il sostegno alla piena occupazione su base permanente;

ü  Il sostegno alle aziende italiane creando le condizioni per l’aumento di domanda;

ü  La fornitura di sostegno pieno agli anziani, ai giovani, agli infermi, ai disabili in modo da farci sentire fieri di essere italiani, ovvero fieri del nostro Stato Sociale;

ü  Assicurare i conti correnti bancarie limitare la funzione bancaria al servizio dei sistemi di pagamento, al servizio dei correntisti, e alla fornitura di prestiti al servizio della collettività;

ü  Eliminare il pagamento governativo degli interessi attraverso la creazione di un sistema di fondi a zero rischio e a tassi zero, in coordinamento con la Banca d’Italia.

Ci sono tutte le condizioni per partecipare inviando una mail a: rossella@giavarini.it



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -