Profumo vuole “Cambiare l’ora di religione”. Noi lo proponiamo da tempo.

Condividi

 

ROMA, 24 Sett – Il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo sta valutando ciò che da tempo noi: Armando Manocchia (Associazione “Una Via Per Oriana”) e Elena Quidello (Movimemnto Federalista Europeo) proponiamo da tempo, e cioè, sostituire l’ora di religione con l’ora di “Filosofia e Storia delle Religioni”.

Il ministro lo propone perchè a suo dire, in Italia è polo d’attrazione per molti extracomunitari che non professano la religione cattolica, noi invece, per evitare proselitismi delle religioni e che si arrivi a più ore di religione.

“Credo che l’insegnamento della religione nelle scuole così come è concepito oggi non abbia più molto senso”, ha spiegato è il ministro al TgCom. Profumo basa il suo ragionamento sulla crescente immigrazione: “Nelle nostre classi il numero degli studenti stranieri e, spesso, non di religione cattolica tocca il 30%”. “A questo punto – ha spiegato il titolare dell’istruzione – sarebbe meglio adattare l’ora di religione trasformandola in un corso di storia delle religioni o di etica”.

Secondo l’ultimo dossier sull’immigrazione della Caritas, tra i 700mila alunni figli di genitori extracomunitari soltanto il 20% è di religione cattolica. Come fa notare il TgCom, per la prima volta dal 1993, data della prima rilevazione, il numero degli alunni che non partecipano all’ora di religione ha superato il 10%.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -