Cittadinanza: dal 2000 boom di minori stranieri in Italia, +332%

6 giu – La presenza di minori con cittadinanza straniera regolarmente residenti in Italia ha raggiunto nel 2011 un numero complessivo vicino al milione (993.238) con un incremento dal 2000 ad oggi pari al 332%. E’ quanto emerge dal rapporto ‘Da residenti a cittadini’ dell’Anci pubblicato in occasione della Conferenza nazionale per la cittadinanza.

Se la quota della popolazione straniera sul totale dei residenti (italiani e stranieri) e’ attualmente del 7,5%, i minorenni rappresentano il 21,7% della popolazione straniera (4.570.317) e il 9,7% del totale dei minori (italiani e stranieri).

Tuttavia, a partire da una situazione di sostanziale equilibrio tra i due gruppi all’inizio del decennio, la proporzione dei minori nati in Italia e’ straordinariamente cresciuta rispetto a quella dei minori e giovani immigrati dall’estero, ed essi costituiscono oramai il 71% del totale dei minori stranieri residenti.

Il forte aumento delle nascite da genitori stranieri in questo ultimo decennio si riflette sulla struttura per eta’ dei minori stranieri residenti. Nel 2011 i minori di eta’ inferiore a 15 anni sono giunti a costituire l’87% della popolazione minorile straniera e ben il 96%, quasi l’intero universo, delle seconde generazioni propriamente dette.

Gli stranieri dai 14 ai 17 anni, cioe’ in eta’ da scuola secondaria di II grado rappresentano il 7,6% del totale dei minori di quella classe d’eta’, mentre quelli dai 6 ai 13 anni d’eta’, cioe’ nel ciclo dell’istruzione obbligatoria (scuola primaria e secondaria di I grado) salgono al 17%, una proporzione che aumenta poi al 25% per i bambini dai 0 ai 5 anni, cioe’ in eta’ da asilo nido e scuola dell’infanzia. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -