Sbai (Pdl): Terzi chiarisca espulsione dell’Ambasciatore siriano in Italia

Roma, 31 mag – Il Governo chiarisca la decisione di espellere l’Ambasciatore siriano in Italia. Lo chiede la deputata del Pdl Souad Sbai in un’interrogazione parlamentare rivolta al capo della Farnesina, Giulio Terzi.

Secondo la Sbai, la Siria “non ha al momento motivi di controversia con lo Stato italiano” e anzi vi “intrattiene da sempre ottimi rapporti”. Per quanto riguarda la violenza in atto nel Paese arabo, la deputata afferma che “la Repubblica Araba di Siria è da mesi in uno stato di ‘guerra civile’ fra Stato ed estremisti di matrice islamica; le vittime civili sono migliaia, per responsabilità di entrambe le parti”.

L’espulsione di un ambasciatore – sottolinea la Sbai – è prevista, secondo il diritto internazionale, in caso di diritti violati a danno della comunità e o dello Stato ospitante oppure di dichiarazione di guerra fra lo Stato ospitante e quello di appartenenza del diplomatico”.

La Farnesina ha espulso l’Ambasciatore siriano a Roma, Hasan Khaddour, lo scorso 29 maggio in un’azione concordata con altre cancelliere europee come “segnale forte” dopo l’ennesimo massacro di civili in Siria. agenparl



   

 

 

1 Commento per “Sbai (Pdl): Terzi chiarisca espulsione dell’Ambasciatore siriano in Italia”

  1. Aldilà delle motivazioni che hanno indotto la Farnesina di adottare il provvedimento d’espulsione della rappresentanza diplomatica siriana dall’Italia. L’ex Ambasciatore siriano nel nostro paesi Hasan Khaddour, avrebbe dovuto seguire la decisione del governo italiano, entro i termini dati. Ma successo il contrario. Khaddour non ha rispettato tale decisione e continua a stare nel bel paese che non lo gradisce!?.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -