Grecia, Meglio il voto che gli eurostrunz

16 mag – I greci non cedono all’ennesimo ricatto degli eurostrunz e rivanno al voto. La dracma piccola piccola richiamerà folle di turisti sulle spiagge e sulle isole, sottraendoli a Spagna e Italia.

I dittatori della finanza, in braghe di tela, non sanno più a quale santo votarsi.
Come dimenticare quando i Merkozy invitavano la Grecia a indebitarsi per comprare le armi prodotte in Francia e Germania?
Per fare cosa? Forse la guerra a Sparta?

I greci hanno combinato una serie infinita di casini, ma cosa dire degli eurostrunz?

Guglielmo Donnini



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -