Islam Torino – PDL e LEGA: no all’aula di preghiera nell’università

ImolaOggi – Torino, 21 nov – “Quella dei musulmani per la religione e la creazione dei luoghi di preghiera ovunque si trovino e’ una vera e propria ossessione. Quando inpareranno una laicita’ intellettuale diversa, separando le pratiche personali da quelle di comunita’?”.

Cosi’ il presidente del Gruppo regionale della Lega Nord del Piemonte Mario Carossa commenta la notizia secondo cui una studentessa turca avrebbe chiesto una sala per la preghiera all’interno dell’Universita’ di Torino.

“Nell’ateneo torinese – aggiunge Augusta Montaruli, vice presidente Pdl in regione – non esiste neanche una cappella per i cristiani, sarebbe assurdo veder spuntare un luogo di preghiera per chi professa l’Islam. La richiesta e’ una provocazione che deve essere rimandata al mittente. Ci auguriamo – conclude – che tale richiesta poi non anticipi qualche nuova occupazione delle aule di Ateneo.

Il rettorato dia immediatamente risposta negativa e non alimenti aspettative e confusione””. Ed ancora, l’esponente del Carroccio Carossa rileva: “se questa studentessa e’ tanto interessata alle universita’ coraniche ne puo’ trovare a biffezze nel mondo arabo senza venirle a cercare in Italia. Se, invece, e’ tanto interessata alla nostra universita’ la invito a pensare allo studio e non a come trasformare la casa della scienza, che per definizione e’ laica, nell’ennesimo luogo di preghiera“.

(AGI)

 



   

 

 

1 Commento per “Islam Torino – PDL e LEGA: no all’aula di preghiera nell’università”

  1. occchio! E’ nelle università che è nato il movimento che ha portato al potere l’Ayatollah Komeini e mi ricordo che erano le ragazze le più invasate!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -