Popolo viola lancia monetine davanti a Montecitorio

Un coro di ‘No’ e di ‘Vergogna!’ si é alzato da piazza Montecitorio al momento della notizia del no del Parlamento all’arresto del deputato del Pdl Marco Milanese.

A protestare davanti alla Camera sono state diverse decine di persone chiamate dal Popolo Viola: “Noi cittadini avevamo annunciato che ci saremmo mobilitati perennemente contro l’auto protezione della Casta – ha detto Gianfranco Mascia dei Viola – noi non vogliamo giudicare se Milanese è innocente o colpevole, per questo ci sono i giudici. Però il Parlamento oggi ha detto che Milanese è più uguale di noi altri cittadini”.

I manifestanti hanno ascoltato tramite una radio appoggiata ad un megafono la votazione in Aula, e durante la quale hanno alzato al cielo, tenendole in mano delle monetine da cinque centesimi: “Abbiamo portato questi soldi perché se Milanese fosse stato arrestato gli avremmo comprato delle arance – hanno spiegato gli organizzatori del sit-in – ora ci toccherà fare una colletta con questi centesimi per comprare al deputato una serie di carte costituzionali”.

Lancio di monetine da 5 centesimi e un coro di “Vegogna, vergogna” da parte di qualche decina di manifestanti. “Avevamo portato questi soldi perché se Milanese fosse stato arrestato gli avremmo comprato delle arance da portare in carcere – ha spiegato una manifestante del Popolo Viola – ma visto che non è andata cosí abbiamo lanciato in aria questi soldi in segno di protesta”.

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -