Strage in Canada, 10 persone uccise a coltellate

strage in Canada

Dieci persone sono state uccise e 15 sono rimaste ferite in seguito a una serie di accoltellamenti in alcune remote comunità del Saskatchewan in Canada. La polizia ha precisato che gli attacchi sono avvenuti a James Smith Cree Nation and Weldon, Saskatchewan. Due persone, identificate come Damien Sanderson e Myles Sanderson, sono ricercate per gli attacchi, sembra sferrati in maniera casuale. La polizia ha chiesto ai residenti della zona di usare la massima cautela e rimanere se possibile in casa. Per il premier Trudeau si è trattato di attacchi “orribili e scioccanti”.

La polizia canadese ha rinvenuto “dieci cadaveri in luoghi diversi della James Smith Cree Nation (una riserva di nativi americani) e di Weldon”. Lo ha detto la vicecomandante della Royal Canadian Mounted Police Rhonda Blackmore in conferenza stampa, citata dai media canadesi. “Ci sono anche diversi feriti, 15 dei quali sono stati trasportati in vari ospedali. La polizia sta investigando in molte scene del crimine”, ha aggiunto.

La polizia sta cercando due persone sospette, di cui ha diffuso generalità e identikit: si tratta di Damien Sanderson, 31 anni, e Myles Sandersos, 30 anni, entrambi con capelli neri e occhi marroni, in fuga forse a bordo di una Nissan Rogue nera. La relazione tra i due non è ancora chiara. Le ricerche sono state avviate mentre a Regina sono arrivati migliaia di fan per una tradizionale partita di football (tutto esaurito) del Labor Day tra i Saskatchewan Roughriders e i Winnipeg Blue Bombers.

L’allerta è stata data inizialmente solo nello Saskatchewan ma poi estesa anche alle province limitrofe di Alberta e Manitoba, visto che i presunti assassini sono stati visti fuggire in macchina. La polizia ha chiesto ai residenti di queste zone sperdute di usare la massima cautela e rimanere se possibile in casa. Gli attacchi sono avvenuti in almeno 13 posti diversi, in particolare tra James Smith Cree Nation e Weldon, dove le comunità locali hanno dichiarato lo stato di emergenza. Secondo gli investigatori, alcune vittime sembrano essere stata colpite a caso, altre di proposito. Ma il movente resta ignoto.

I soccorritori hanno descritto scene raccapriccianti. “E’ orribile quello che e’ successo nella nostra provincia oggi”, ha detto Rhonda Blackmore, assistente del commissario della Polizia reale canadese. I feriti sono stati trasportati anche con due elicotteri in differenti ospedali. tgcom24.mediaset.it

Questa è la distruzione che affrontiamo quando le droghe illegali invadono le nostre comunità“: è la denuncia della Federazione delle nazioni indigene sovrane (Fsin) dopo la strage maturata in due villaggi in cui vivono comunità di nativi canadesi. La federazione ha espresso il suo cordoglio per le vittime e ha offerto solidarietà alle famiglie colpite.

Condividi

 

Articoli recenti