Prof Tutino esentato dal trattamento sanitario obbligatorio

Tutino Davide

Grottaferrata, 3 gennaio 2022.
Il “professor studente” Davide Tutino esentato a sorpresa dal trattamento sanitario obbligatorio.
Il “professor studente” Davide Tutino, in sciopero della fame dal 31 dicembre scorso per fermare la sospensione di oltre 40.000 lavoratori tra personale della scuola e forze dell’ordine, si è presentato alle 13:50 di oggi presso il centro vaccinale di Grottaferrata.
Presso tale sede, infatti, era stato costretto dalla normativa a prenotare il proprio trattamento sanitario obbligatorio, e si è recato all’appuntamento accompagnato da uno dei legali dell’associazione Umanità e Ragione, l’avvocato Ida Nazzaro.

Una volta constatato lo stato di deperimento fisico del docente, il medico vaccinatore, non sussistendo alcuno studio comprovante l’innocuità del trattamento su una persona in sciopero della fame, ha ritenuto in scienza e coscienza di esentarlo dal trattamento.

“Questo provvedimento apre una piccola grande crepa nella norma sull’obbligo, ma soprattutto apre la strada ad una lotta non violenta di massa” dichiara Tutino, referente del sindacato Fisi per il Lazio.
Tutino prosegue comunque il suo digiuno per chiedere due cose:
che il governo fermi la condanna alla fame di decine di migliaia di cittadini, privati del lavoro e del pane per ragioni politiche, non sanitarie;
che tutti i dispositivi di sicurezza imposti dal governo, tamponi compresi, siano gratuiti per i lavoratori, nel rispetto della normativa vigente, DLgs 81/08.

Professor Studente Davide Tutino
Delegato sindacale Fisi-Scuola per il Lazio

Condividi