Green pass, Sindacato dei Militari: “Draghi rifletta”

sindacato dei militari

Sindacato dei Militari: “Chiedere il green pass ai militari potrebbe configurare il reato di abuso d’ufficio. Draghi rifletta.
Al personale militare non può essere richiesto il green pass per accedere al luogo dove svolge il suo servizio.
Infatti, in assenza di un preciso obbligo vaccinale, l’imporre o il pretendere dal militare il possesso del green pass per accedere nel luogo di servizio potrebbe configurare una violazione dell’articolo 1349 del decreto legislativo 66/2010 (Codice dell’ordinamento militare) non essendo la questione attinente alla disciplina o alle modalità di svolgimento del servizio ed eccede i compiti di istituto con la conseguenza che l’allontanamento o la sospensione del militare sprovvisto di green pass si configurerebbe immediatamente il reato di abuso d’ufficio.

Per questo motivo – continua il Sindacato dei Militari – oltre alle immaginabili conseguenze dal punto di vista operativo che potrebbero verificarsi con l’allontanamento o la sospensione del 30 percento del personale militare, invito il Governo a escludere il personale del Ministero della Difesa dall’obbligo del possesso del green pass per l’accesso al luogo di lavoro e, allo stesso modo, invito il personale militare sprovvisto di tessera verde a pretendere il massimo rispetto dei propri diritti e quindi a segnalarci ogni abuso all’indirizzo info@sindacatodeimilitari.org

Lo scrive la pagina Facebook del Sindacato dei Militari

Condividi