“Raggi fa campagna elettorale con i soldi dei romani. Esposto al Prefetto”

Raggi fa campagna elettorale con i soldi dei romani

Una campagna elettorale con i soldi dei romani. L’accusa a Virginia Raggi arriva da Giorgio Trabucco, consigliere uscente del IV Municipio e candidato all’assemblea capitolina per la lista civica Gualtieri Sindaco. Il riferimento è alla mostra itinerante “Storie di Microcredito di Roma Capitale”, partita ieri 7 settembre da San Basilio e che si concluderà proprio il 4 ottobre, secondo giorno di voto, a Primavalle.

“È scandaloso che Virginia Raggi abbia organizzato, in piena campagna elettorale, questa mostra in vari quartieri fino alla data delle elezioni – scrive in una nota Trabucco – , nella quale giganteggia una sua foto tre metri per due. L’iniziativa sembra essere una vera e propria ‘trovata’ elettorale a spese dei cittadini romani, in quanto finanziata totalmente da Zètema”.

In un post Facebook di ieri, la sindaca uscente ha annunciato l’iniziativa. “Le fotografie in mostra raccontano i volti e le storie di alcuni romani che hanno utilizzato il microcredito per affrontare il difficile momento post pandemia – le parole di Raggi – . Roma Capitale ha investito 3 milioni di euro in un fondo per il microcredito grazie al quale le persone che non potevano accedere a prestiti bancari sono riuscite a ricevere un finanziamento”.

Campagna elettorale con i soldi dei romani

Ma Trabucco senza puzza di bruciato. “Non è la prima volta che Raggi utilizza stratagemmi per farsi propaganda – denuncia – come nel caso dei fuochi d’artificio di Ostia, inizialmente programmati il 15 agosto e, guarda caso, spostati al 31, in coincidenza della sua cena elettorale”.

“È una vergogna – conclude il candidato – . Faremo un nuovo esposto al prefetto perché lo dobbiamo a noi romani. Soprattutto ora, con la pandemia, i soldi pubblici devono essere usati per migliorare la vita dei cittadini”.

Per la cronaca, la mostra itinerante sarà fino al 15 settembre al parco della Balena in via Recanati a San Basilio, poi si sposterà fino al 27 a largo Mengaroni a Tor Bella Monaca per concludersi il 4 ottobre in piazza Capecelatro a Primavalle.  www.romatoday.it

Condividi