Draghi prepara una cabina di regia per l’immigrazione

cabina di regia per l'immigrazione

Mario Draghi pronto a commissariare Luciana Lamorgese. Dopo le polemiche sullo iusi soli, sugli sbarchi dei migranti e sui controlli del Green pass, il ministro dell’Interno viene criticato anche da parti delle maggioranza, a cominciare dal leader della Lega Matteo Salvini. Tanto che l’ex prefetto, sentendosi nel mirino, avrebbe parlato del suo disagio anche al presidente del Consiglio.

Una cabina di regia per l’immigrazione

SuperMario, racconta La Stampa, è tornato quindi a ragionare sull’ipotesi di una cabina di regia per l’immigrazione a Palazzo Chigi, a cui parteciperebbero anche il ministro degli Esteri, il sottosegretario agli Affari europei, i ministri economici e il titolare della Salute.

Ufficialmente sarebbe un modo per “proteggere” la Lamorgese, che in questo modo condividerebbe con i colleghi e con il premier la responsabilità di un dossier delicatissimo. Nei fatti, però, si tratterebbe di una sorta di commissariamento. Ma la ministra si può consolare: avrà meno potere però il posto resta garantito. Almeno non dovrà migrare anche lei…  liberoquotidiano.it

Condividi