Covid, nuova vaccinazione di massa in Israele per terza dose di Pfizer

Israrele, tornano le restrizioni nonostante i vaccini

05 AGO – Vaccinazione di massa in Israele per la terza dose di Pfizer offerta agli ‘over 60’ che hanno ricevuto le prime due dosi almeno cinque mesi fa. In soli quattro giorni – ha aggiornato oggi il ministero della sanità – la dose ‘booster’ (di richiamo) è stata somministrata a 262 mila persone, che rappresentano il 21 per cento della totalità’ degli oltre sessantenni già vaccinati con due dosi.

Ieri le vaccinazioni della terza dose sono state 80 mila. Altri 381 mila israeliani hanno già prenotato la loro terza dose.
Oggi il premier Naftali Bennett ha rinnovato gli appelli agli israeliani non vaccinati affinché si affrettino ad immunizzarsi.
Se non lo facessero, affermano i responsabili sanitari, il governo potrebbe vedersi costretto suo malgrado ad ordinare un nuovo lockdown la cui efficacia secondo gli esperti sarebbe piuttosto limitata. Ieri le vaccinazioni con la prima o la seconda dose di Pfizer sono state complessivamente solo seimila.
Nelle ultime 24 ore i contagi sono stati 3.421 con un tasso di positività del 3,3 per cento. (ANSAmed).

Integratori alimentari Free Health Academy

Condividi