Migranti, video promuovono servizi di visti e passaporti falsi: social non li rimuovono

Alarm Phone migranti

ROMA, 06 GIU – Il ministro degli Interni britannico Priti Patel ha chiesto a i social media di rimuovere dalle loro piattaforme video che inneggiano alla traversata della Manica da parte di migranti a bordo di gommoni e che sono diventati virali. Lo riporta Skynews. Uno di questi su Tiktok è stato visualizzato oltre 800.000 volte. Ma ce ne sono altri anche su Instagram, Yotube, Twitter e Facebook che pubblicizzano servizi di visti e passaporti falsi.

“I post che promuovono e persino rendono glamour queste traversate mortali sono totalmente inaccettabili”, ha detto la ministra sottolineando che spesso questo genere di video “vengono sfruttati dai trafficanti per promuovere i loro affari”.

A inizio anno il sottosegretario all’Immigrazione, Chris Philp, aveva incontrato i rappresentanti delle principali società di social media, ma alla fine meno della metà delle richieste di rimozione presentate dall’Agenzia britannica per il crimine (National Crime Agency) è stata accolta.

Il numero di migranti che ha attraversato il Canale finora è quasi raddoppiato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con oltre 3.100 persone che hanno raggiunto la costa inglese a fine maggio. La settimana scorsa, sono stati fermati in tre giorni quasi 600 migranti mentre tentavano di effettuare la traversata. (ANSA)

Condividi