Insulti ‘razzisti’ a Osakue, la procura chiede l’archiviazione

Daisy Osakue
La bufala dell’uovo razzista

TORINO, 19 MAG – La procura di Torino ha chiesto di archiviare la denuncia presentata da Daisy Osakue, la giovane componente della nazionale italiana di atletica che nel 2018 lamentò la comparsa sui social network di centinaia di messaggi ingiuriosi e razzisti nei suoi confronti. Lo si è appreso da ambienti del Palazzo di Giustizia.

Il caso era scoppiato in seguito a un episodio avvenuto il 30 luglio di quell’anno, quando Daisy, a Moncalieri, fu colpita da un uovo lanciato da un’auto in corsa (guidata dal figlio di un consigliere Pd, ndr). La notizia fu ampiamente commentata su internet.

La procura, secondo quanto si è appreso, ha preso atto del carattere oggettivamente diffamatorio dei messaggi, ma ha sottolineato che è particolarmente difficile identificare con certezza gli autori anche perché Facebook, di prassi, non fornisce i dati alla polizia postale. (ANSA)

Lancio uova contro Daisy Osakue, alla guida dell’auto il figlio di un consigliere PD

daisy

 

 

Condividi