Meluzzi: “Credetemi, non si tornerà mai più sani di mente come prima”

Meluzzi non si tornerà mai più sani di mente

Leva la mascherina, metti la mascherina. Esci da casa, non uscire da casa. Apri il negozio, non aprire il negozio. Sono solo alcuni dei casi che in questi mesi tutti noi ci siamo trovati ad affrontare, seguendo le regole calate dall’alto. In questa confusione generale un ruolo da megafono è stato giocato dai media, che si sono avvicendati nel dire tutto il suo contrario oppure hanno semplicemente diffuso i messaggi provenienti dal Governo.

Si sprecano i casi di giornali, tv, radio e testate web che ogni giorno contribuiscono ad alimentare il terrore, spesso seguendo il principio del ‘bad news is a good news’. Ma ci saranno conseguenze fisiche e mentali, anche nel lungo periodo, rispetto a questo tipo di clima nel quale continuiamo a vivere?

“Credetemi: non si tornerà mai più sani di mente come prima. Questo è il vero problema“, ha detto in diretta Alessandro Meluzzi, psichiatra e criminologo intervenuto ai microfoni di Fabio Duranti e Francesco Vergovich su Radio Radio TV

Ecco l’intervento del Prof. Meluzzi a “Un giorno speciale”.

“La mascherina è stato detto dagli stessi virologi che ha una funzione pedagogica, ha una funzione psicologica. La mascherina negli spazi aperti ha una funzione solo psicologica.

Bisogna distinguere le cose mediche, le cose scientifiche dalla cose legate a un modello di potere. Questo è il problema. Ormai le libertà fondamentali sono conculcate nella testa della gente. Si vedono delle povere persone, un anziano da solo in macchina che guida con la mascherina. E crede che questa sia una cosa utile per lui o per l’umanità. Ormai siamo di fronte a un indementimento funzionale a qualche cosa.

Credetemi: non si tornerà mai più sani di mente come prima. Questo è il vero problema. E quindi questo gregge è totalmente governato e sarà governabilissimo. Statene certi: questa storia non finirà perché le èlite che governano il pianeta hanno bisogno di un’umanità indementita di questo tipo”.

Condividi