100 persone presso un bar senza mascherina, Cc aggrediti con la motosega

Cento persone accalcate fuori e dentro un bar, senza mascherina né distanziamento. All’arrivo dei carabinieri, uno di loro ha imbracciato una motosega e li ha minacciati. E’ successo a Villamar, nel Cagliaritano. Multato il 43enne titolare del bar, che nulla ha fatto per evitare l’assembramento. Fra polemiche e proteste, un 40enne agricoltore del posto ha imbracciato una motosega presa dal bagagliaio della sua auto e l’ha accesa brandendola verso l’alto. I militari lo hanno poi “disarmato” e denunciato.

Ma non solo in Sardegna. In quasi tutta Italia vengono segnalate situazioni di non rispetto delle norme anti Covid che vengono punite con multe da parte delle forze dell’ordine, le quali invitano la popolazione a denunciare episodi simili.

La città di Viareggio, in provincia di Lucca, è zona rossa da 10 giorni. Eppure, solo nella giornata di sabato, sono stati 5 i bar sanzionati a Viareggio dalla polizia municipale che ha trovato clienti a prendere un aperitivo nei locali, in totale mancanza di osservanza di ogni divieto. Multati tre bar, tra il centro di Viareggio e il quartiere Ex Campo d’Aviazione. Incuranti delle disposizioni i gestori servivano dolci e caffé al banco, oppure aperitivi nei tavolini all’esterno. Altri due locali sono stati multati perche’ vendevano articoli non consentiti in questa fase di restrizioni anti-contagio.

Festa clandestina con 40 invitati in provincia di Varese – Una festa di compleanno clandestina, in piena zona rossa, con una quarantina di persone tra invitati e personale di sala. Lo ha documentato Striscia la notizia nella notte tra sabato 20 e domenica 21 marzo in un ristorante di Brebbia, in provincia di Varese, dove le telecamere hanno ripreso assembramenti e persone senza mascherina sedute tranquillamente per cenare o al bancone del bar per un aperitivo.  www.tgcom24.mediaset.it

Condividi

 

2 thoughts on “100 persone presso un bar senza mascherina, Cc aggrediti con la motosega

  1. – “…forze dell’ordine, le quali invitano la popolazione a denunciare episodi simili”

    Allora, io capisco che sei poliziotto, ti arrivano gli ordini di multare e tu multi, poi saranno cavoli della magistratura per chi fa ricorso.

    Ma suggerire alla popolazione di denunciare reati quando le evidenze statistiche parlano di irrilevanza nelle curve di contagio, e le evidenze politiche parlano di serie troppo incredibile di incompetenza coordinata a livello mondiale? E’ un ulteriore elemento che dimostra la volonta’ di dividere e demoralizzare la popolazione. Sta succedendo altrove nel mondo. C’e’ una unica regia e chi si allinea ha smesso di essere un’uomo.

  2. Fanno bene.
    Le limitazioni sono una vera e propria farsa in maschera.

Comments are closed.