Dpcm: il CONFINAMENTO è una frode scientifica e un crimine contro l’umanità

di Armando Manocchia  – Bisogna rendere consapevoli i cittadini e soprattutto i mezzi di comunicazione (Media) delle loro responsabilità: la stampa e le TV per esempio, devono smettere di parlare di coronavirus. Trasmettere ansia, paura, panico, allarmismo, è terrorismo!

Il blocco, il confinamento, il lockdown, le misure coercitive contenute nei DPCM, che oltre tutto sono incostituzionali, sono «una frode scientifica globale di proporzioni senza precedenti» che è stata «deliberatamente promulgata… per impoverire le nazioni che l’hanno attuata.»

Alcuni paesi come la Svezia, la Tanzania o la Bielorussia – paesi da elogiare – hanno rifiutato il confinamento in casa e la chiusura delle attività. Questi paesi non hanno seguito ciecamente gli altri. Ma se noi accettassimo di ragionare come fanno i difensori del lockdown, il risultato sarebbe un massacro o la saturazione (vera, reale, ndr) del sistema ospedaliero.

È questo il caso dei tre paesi su menzionati?

La risposta ovviamente è: no. Inoltre, il 15 settembre, 2020, Il giornale BMJ ( British Medical Journal  ha pubblicato un articolo  intitolato: «COVID-19: Come mai la Bielorussia abbia avuto uno dei tassi di mortalità più bassi d’Europa?». Questi tre paesi sono la prova vivente che il lockdown è una truffa e questa realtà potrebbe risvegliare l’opinione pubblica e indurla a pensare di essere stata ingannata con le menzogne; una stampa corrotta ha diffuso, sin dall’ inizio, articoli e notizie false anche contro la Svezia e la Bielorussia. Il famoso slogan internazionale: «Resta a casa, e salverai vite» era pura menzogna. Al contrario, il lockdown non solo ha ucciso molte persone, ma ha anche distrutto la salute fisica e mentale, l’economia, l’istruzione e altri aspetti della vita. Ad esempio, il lockdown negli Stati Uniti ha ucciso migliaia di malati di Alzheimer che sono morti anche lontano dalle loro famiglie. Nel Regno Unito: il lockdown ha ucciso 21.000 persone. Gli effetti del confinamento «sono stati assolutamente deleteri. Non hanno salvato le vite che avevano annunciato di poter salvare … È un’arma di distruzione di massa e ne vediamo gli effetti sulla salute …sulla società e sulla economia .. proprio nella seconda ondata» (Prof. Jean-François Toussaint, 24 settembre 2020).

Imprigionare la propria gente è un crimine contro l’umanità che nemmeno i nazisti hanno commesso! – «Questo Paese sta commettendo un errore drammatico … Cosa dobbiamo consigliare? Che la gente venga reclusa per tutta la vita perché fuori ci sono i virus?! Siete tutti pazzi, siete diventati tutti matti! … stiamo dando fuoco al pianeta» (Pr di Didier Raoult, 27 ottobre 2020).

«È un grande delirio che viene strumentalizzato da Big Pharma e anche dai  politici … È una paura indotta  organizzata per ragioni politiche ed economiche» (Prof. Christian Perronne, 31 agosto 2020). 

 «È solo una truffa globale per trarne enormi profitti, salvare le banche e nel frattempo rovinare le classi medie in nome di un’epidemia … resa distruttiva da misure liberticide, presumibilmente sanitarie» (Dr Nicole Delépine, 18 dicembre 2020 ).

«Abbiamo prove mediche che questa sia una truffa» (Dr Heiko Schöning , luglio 2020 ).

«Pensa a porti due domande: … Il coronavirus è artificiale? … Hanno tentato di usare questa malattia virale o questa psicosi per i propri fini e interessi?» (Alexander Lukashenko, Presidente della Bielorussia).         

«C’è un’isteria pubblica assolutamente infondata guidata dai media e dai politici. È oltraggioso. Questa è la più grande bufala mai perpetrata su popoli inconsapevoli … dovrebbe essere considerata come nient’altro che una brutta stagione influenzale. Questa non è Ebola. Non è SARS» (Dr Roger Hodkinson, 13 novembre 2020). 

 «Ti rendi conto? Oggi stiamo distruggendo l’economia mentre finalmente le cifre sono paragonabili a quelle che abbiamo vissuto con l’influenza!» (Pr di. Christian Perronne, 25 ottobre 2020).

 «Abbiamo vissuto una specie di delirio sin dall’inizio … Viviamo in un mondo che è pazzo: … le misure che sono state prese per combattere questa malattia sono misure d’altri tempi … neanche  del Medioevo!  (Prof. Didier Raoult, 7 dicembre 2020).

Queste sono solo alcune delle affermazioni di eminenti medici, virologi, ricercatori, scienziati, tra cui Premi Nobel che hanno cercato di informare i Governi del pericolo e della deriva a cui stiamo andando incontro. Ovviamente, tutte le informazioni sono tratte da fonti di provenienza scientifica e giornalistica.

Armando Manocchia

Condividi