Sarkozy condannato a 3 anni per corruzione e traffico d’influenze

Un anno di carcere e due con la condizionale per l’ex presidente francese Sarkozy, riconosciuto colpevole oggi a Parigi per “fatti di particolare gravità”

Nicolas Sarkozy

Nicolas Sarkozy condannato a 3 anni, riconosciuto colpevole oggi a Parigi di corruzione e traffico di influenze nel quadro del caso “delle intercettazioni” scoppiato nel 2014, due anni dopo la sua partenza dall’Eliseo. L’ex capo dello stato è stato condannato a tre anni di reclusione, uno dei quali in carcere e due con la condizionale.

Il tribunale correzionale ha ritenuto che “un patto di corruzione” fosse stato raggiunto tra l’ex presidente, il suo legale storico Thierry Herzog e l’ex alto magistrato Gilbert Azibert, ugualmente condannati a tre anni di cui uno in carcere.

Nel dicembre 2020 la procura nazionale finanziaria (PNF) aveva chiesto condanne molto severe: 4 anni di carcere – di cui 2 con la condizionale – nei confronti dell’ex magistrato Gilbert Azibert, 4 anni di cui due con la condizionale con 5 anni di divieto di esercizio della professione, per l’avvocato Thierry Herzog e 4 anni di carcere, di cui 2 con la condizionale, per Nicolas Sarkozy. Tutti e tre erano chiamati a rispondere di traffico d’influenza e corruzione.

I fatti sono di “particolare gravità essendo stati commessi da un ex presidente della Repubblica”. “Si è servito del suo status e delle sue relazioni politiche e diplomatiche per gratificare un magistrato”, ha dichiarato la presidente del tribunale correzionale, Christine Mée. (adnkronos)

Ai vertici della Bce la donna che si prostrava ai piedi di Sarkozy

Condividi