Torino: crocifisso vietato durante lezioni a distanza

La dittatura del politicamente corretto irrompe nelle case private. In un video pubblicato da Libero si spiega come l’università di Torino abbia varato un nuovo regolamento che vieta di esporre o indossare simboli religiosi o politici durante le lezioni a distanza. Proibito per esempio inquadrare croci appese al muro o tenere al collo medagliette con le effigie della Madonna.

Insomma i ragazzi ma anche i docenti dovranno prestare sempre grande attenzione a ciò che inquadrano. Molti studenti non ritengono giusta la decisione dell’università. Così sono partite le proteste per la limitazione delle loro libertà. I ragazzi chiedono invece al rettore di intervenire per migliorare la qualità della connessione a Internet che è così scarsa da impedire lo svolgimento corretto di alcuni esami.

Condividi