Fornero: “nel 2011 fu Draghi a chiederci riforma delle pensioni”

Elsa Fornero a Studio24: “fu Draghi con la sua lettera del 2011 a chiedere al governo Monti la riforma delle pensioni e del mercato del lavoro. I tecnici non sono cattivi, ma agiscono per necessità per il bene del Paese.”

“Fu lo stesso Draghi, il 5 agosto 2011, a firmare, come vice governatore della Banca Centrale Europea, insieme a Trichet, che allora era il presidente, la una lettera in cui chiedeva impegni precisi al governo italiano e tra questi c’erano due riforme che furono quelle che Mario Monti, il giorno dopo l’inaugurazione del nostro governo, chiese a me di fare.

Una era la riforma delle pensioni e l’altra era la riforma del Mercato del Lavoro. Ora ci sono tante cose che si possono fare perché nessuna riforma nasce perfetta e ogni riforma ha bisogno di essere curata nel tempo, adeguata cambiandola.

Dagli addosso, questo è stato, e gli italiani hanno pensato che tutto fosse dovuto alla cattiveria dei tecnici. No, era una necessità che ha portato ad agire così cercando di fare il bene del paese.”

Condividi