Covid, Consiglio di Stato: mai superati limiti Costituzione

Costituzione consiglio di Stato

I limiti della Costituzione – “Il nostro sistema costituzionale ha dimostrato capacità di adattamento, rimanendo fedele alle premesse dello Stato di diritto ? la pretesa cioè di controllare il potere attraverso la sua sottoposizione al diritto ? senza snaturarsi e senza “rotture” dei paradigmi consolidati”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio di Stato, Filippo Patroni Griffi, nella sua Relazione sulla attività della giustizia amministrativa.

“La preminenza del diritto alla salute non lo ha sottratto al bilanciamento con altri valori costituzionali. Le misure limitative dell’ordinario svolgimento della vita sociale, ove sorrette da proporzionalità e temporaneità e rispettose della dignità umana, non hanno prodotto alterazioni irreversibili dei nostri diritti costituzionali e sono state per lo più vissute dai consociati come legittime, perché percepite come funzionali alla tutela della salute”, ha aggiunto.

La Costituzione – “Esistono, è vero, regole e princìpi fondamentali che delineano l’assetto costituzionale dello Stato. Ma il diritto positivo va contestualizzato, in tale cornice ineludibile, a certe situazioni di fatto. E tra queste esiste lo stato di emergenza, fatto che non tollera vuoti di potere. Non sempre è tipizzato (come avviene per lo stato di guerra) ma da sempre è immanente al sistema”. E’ quanto ha evidenziato nella sua Relazione il presidente del Consiglio di Stato Filippo Patroni Griffi con riguardo al difficile rapporto tra Stato e Regioni nella gestione della pandemia in corso.  ASKANEWS

::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Il costituzionalista Michele Ainis contro Giuseppe Conte: “Con i Dpcm siamo finiti in basso, la Costituzione è stata dribblata
(il garante della Costituzione è Mattarella)

Ainis contro Conte: “siamo finiti in basso, Costituzione dribblata”

Condividi

 

One thought on “Covid, Consiglio di Stato: mai superati limiti Costituzione

  1. Lo “stato d’emergenza” in tempo di pace, è un’invenzione, non esiste nel diritto e nella costituzione, ma ce l’hanno imposto, fregandosene della legge, è dunque un GOLPE?! No… secondo gl’azzeccagarbugli è un “adattamento” ..mi ricorda quel tizio, truffatore, corrotto… che messo di fronte alle proprie, menzogne, ipocrisie, soleva dire:”Non mi piego e non mi spezzo… mi adatto”

Comments are closed.