Chat Palamara, azioni disciplinari per 27 magistrati

Caso procure: chat Palamara, azione disciplinare per 27 toghe – “Sono 27 i magistrati per i quali la procura generale ha già esercitato l’azione disciplinare per i fatti emersi da chat e intercettazioni. Mi sono assunto la responsabilità di fare linee guida per fare chiarezza su quali siano equali no i comportamenti disciplinarmente rilevanti, ho ricevuto anche critiche, ma questo è il momento di assumersi responsabilità”.

Lo ha detto il procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi, affrontando, durante un intervento al plenum del Csm questo pomeriggio, il tema del caso procure e delle chat emerse dal telefono di Luca Palamara.

giugno 2020 – – “Negare che nel rapporto tra politica e magistratura ci siano criticità significherebbe negare la realtà”. Parola di Luca Palamara, ex presidente dell’Anm al centro del ‘caos procure’, intervistato al Tg2 Post. “Il sistema ha fallito – ha continuato Palamara – quando ha escluso chi non apparteneva alle correnti. Io devo chiarire fatti, vicende e situazioni che non riguardano solo me, ma tutti quelli che hanno fatto con me parte del sistema, quello delle correnti, che oggi ha fallito”.

“Io – ha aggiunto – non sapevo di avere il trojan” e il “trojan non scopre la corruzione, non ho mai barattato la mia funzione”, ha detto ancora spiegando che il trojan ha scoperto “accordi tra due delle quattro correnti della magistratura”.

Prof Sinagra: Palamara non è causa, ma conseguenza di un sistema già marcio

Di prof Augusto Sinagra Non conosco Luca Palamara e può sembrar strano che io lo difenda, ma la coscienza me lo impone. Non mi compete esprimere giudizi di valore sulla condotta di Luca Palamara, ma bisogna pur dire che è infame averne fatto il “capro espiatorio” di tutti i mali della giustizia italiana. Se Luca…

“Attaccate Salvini”, il Pd ordinava e Palamara eseguiva

Giorno dopo giorno stanno emergendo le trame oscure tra magistrati, Csm e giornali per mettere fuori gioco Matteo Salvini. Chi pensava che le chat sull’ex ministro dell’Interno (“Una m***a, ha ragione ma va attaccato”) fossero un caso isolato, deve ricredersi: il piano era molto articolato, al punto che sono venute alla luce anche le mosse…

Un anno di messaggi tra Palamara e Zingaretti

Una vera e propria bufera, quella delle intercettazioni, che si è abbattuta sulla magistratura e che a breve si potrebbe abbattere anche su Zingaretti

Condividi