Covid, Meluzzi: l’élite vuole la catastrofe ma non è detto che il giochino funzioni

“Bene chiudiamo tutto attendiamo catastrofe economico-sociale e crollo occupazionale! E’quello che vuole l’élite . Ma non è detto che espropriare gli italiani di tutto, casa e lavoro compresi, per metterli a salario di cittadinanza, controllati a microchip, sia giochetto che funzioni!”
Lo scrive il prof. Alessandro Meluzzi su Twitter.

Ieri aveva affermato:

Il modo più efficace per rallentare il contagio è una bella chiusura militare di tutto, scuole, uffici e magari supermercati, alla cinese. L’importante è bloccare anche lavoro, tasse, bollette, spostamenti, e magari lasciarci morire di inedia in modo indolore, sterile e sano…

Meluzzi: Atene non fu annientata dalla peste, ma dalla paura della peste

Meluzzi: Atene non fu annientata dalla peste, ma dalla paura della peste

Condividi