Iva, Ires e Irpef, la presa in giro: proroga di un mese

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Dpcm che rinvia al 20 luglio, senza maggiorazioni, le scadenze riguardanti saldi e acconti di Iva e imposte dirette (Ires e Irpef). Nel provvedimento si prevede che il pagamento delle imposte può essere rinviato anche oltre il 20 luglio, ovvero fino al 20 agosto, ma pagando una maggiorazione dello 0,40% “a titolo di interesse corrispettivo”. Il Dpcm era stato varato lo scorso 27 giugno. ansa

Condividi