Libia, Sarraj ribadisce no alla missione UE Irini

Il premier del governo di accordo nazionale libico, Fayez al Sarraj, ha ribadito la propria contrarietà alla missione militare Irini, lanciata dall’Unione europea con l’obiettivo di dare piena applicazione all’embargo Onu sulle armi, nel colloquio avuto ieri con il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che da parte sua ha assicurato che l’operazione “sarà equilibrata” e che “non intende agevolare l’una o l’altra parte”.

Stando a quanto si legge in un comunicato diffuso dall’ufficio di presidenza libico, Sarraj ha inviato una lettera a Bruxelles, dopo che già il mese scorso aveva trasmesso all’Onu la propria opposizione alla missione, denunciandone la presunta parzialità, perchè non prevederebbe il controllo dello spazio aereo e dei confini a Est della Libia da dove arrivano armi e munizioni per il generale Khalifa Haftar.

Stando a quanto si apprende, Di Maio ha assicurato che la missione Ue “sarà equilibrata e bilanciata in tutte le sue componenti, navale, aerea e satellitare”.”Lo scopo dell’Unione Europea – ha aggiunto Di Maio – non è quello di agevolare l’una o l’altra parte, bensì quello di fermare l’ingresso di tutte le armi nel Paese”.  (askanews)

 

Libia, Tripoli: missione UE ‘Irini’ avvantaggia Haftar

1 APR – Tripoli ha criticato il varo della nuova operazione europea nel Mediterraneo, Irini, sostenendo che senza il controllo anche di vie terrestri e aeree si favoriscono le forze del generale Khalifa Haftar. “In questo modo è il Governo di accordo (nazionale libico) che è preso di mira dai controlli omettendo totalmente qualsiasi controllo…

Missione UE Irini: i migranti prelevati sbarcheranno in Grecia

BRUXELLES, 26 MAR – La missione Ue Irini per il pattugliamento del Mediterraneo al fine (con la scusa, ndr) di far osservare l’embargo Onu sulle forniture di armi alla Libia non prevederà lo sbarco in Italia di migranti eventualmente salvati in mare. A quanto si è appreso, queste persone saranno sbarcate in Grecia. E’ una…

“Missione Irini”, UE e ONU organizzano l’immigrazione

BRUXELLES – Gli ambasciatori dell’Ue hanno trovato un accordo per l’avvio dell’operazione militare europea Irini, per il controllo dell’embargo Onu sulle armi alla Libia. L’ANSA lo apprende da più fonti diplomatiche europee. Si tratta della missione che sostituirà Sophia, il cui mandato scadrà a fine marzo. La nuova missione dovrebbe sostituire l’attuale operazione antiscafisti Sophia,…

 

Condividi