Coronavirus, UE: spese una tantum fuori dal deficit

Valdis Dombrovskis, European Commission Vice-President EPA/OLIVIER HOSLET

“Le spese una tantum sostenute per far fronte alla diffusione dell’epidemia, sono escluse per definizione dal calcolo del bilancio strutturale e non vengono prese in considerazione nella valutazione dell’adeguatezza dello sforzo di bilancio previsto in base alle regole attuali”.

Questa la risposta del Vice presidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, e il Commissario all’Economia, Paolo Gentiloni, alla lettera del Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, per ottenere l’autorizzazione allo scostamento dal deficit programmatico con l’emergenza coronavirus.

Condividi