Roma: clochard muore carbonizzato in un rifugio di fortuna

Il cadavere carbonizzato di un uomo è stato trovato a Lungotevere Testaccio all’altezza di Ponte Sublicio a Roma. Potrebbe trattarsi di un clochard. Sul posto vigili del fuoco e agenti della polizia della scientifica e del commissariato Celio.

I vigili del fuoco, dopo aver spento le fiamme, hanno trovato la salma carbonizzata dell’uomo, apparentemente caucasico, senza documenti. Il corpo era tra i resti di un rifugio di fortuna e accanto c’era una valigia con pentolami ed effetti personali.Sul posto, oltre ai vigili del fuoco, è arrivata anche la polizia scientifica. Da accertare le cause del rogo. 

Senzatetto, a Roma ce ne sono 14mila in condizioni disumane

 

Condividi