Caso Regeni, Fico: stop rapporti con Parlamento egiziano

“Con grande rammarico annuncio ufficialmente che la Camera dei deputati sospenderà ogni tipo di relazione diplomatica con il Parlamento egiziano, fino a quando non ci sarà una svolta vera nelle indagini e un processo che sia risolutivo”. Lo ha annunciato il presidente della Camera, Roberto Fico, al Tg1.

Intanto i pm della Procura di Roma si appresterebbero a formalizzare le prime iscrizioni nel registro degli indagati. Si tratterebbe, tra l’altro, di esponenti dei servizi e agenti egiziani. “Sul caso Regeni credo che il governo, con tutti i suoi esponenti e il Parlamento – ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini – con tutti i suoi esponenti di maggioranza e opposizione, stiano facendo il massimo. Poi purtroppo governiamo in Italia e non in Egitto”. ansa

Giulio Regeni: a Londra lavorava per un’azienda di intelligence USA

Tv dei militari egiziani, “professoressa di Regeni coinvolta nell’omicidio”

Ex capo dei Ros: Regeni è stato mandato a morire dai Servizi inglesi

Regeni, capo sindacato ambulanti: “Era una spia, ucciso da apparati stranieri”

Nel gruppo di ricerca di Regeni c’era un infiltrato dei servizi segreti inglesi

Egitto, generale Magdy Basyouni: Regeni ucciso da 007 stranieri

Condividi