Ong, il capitano della Lifeline ha una patente nautica “entro le 30 miglia”

Nuovo scandalo nel mondo delle Ong, dopo quello di Pia Klemp, il capitano di seawatchcrew, ed ex speronatrice di baleniere di seashepherd, che non sarebbe in possesso delle certificazione idonea al comando di una nave del tonnellaggio della SeaWatch.

Ora si scopre, grazie alle autorità di Malta, che Claus-Peter Reisch, capitano della nave Lifeline, possiede semplicemente un certificato per imbarcazioni da diporto fino ad un max di 30 miglia nautiche dalla costa.

Questa nave ha traghettato in Italia migliaia di clandestini. Ma mai un controllo per non disturbare la tratta di migranti, che ormai è al di sopra di tutto, anche della legge. Renzi e Gentiloni hanno mai chiesto controlli? E la guardia costiera? E le autorità locali? Nessuno.

Tajani: i trafficanti di migranti fanno anche traffico di armi e di droga

Condividi